A- A+
Milano

Le coppie che convivono senza essere sposate "non devono essere dimenticate dalle istituzioni" anche se non sono equiparabili alla famiglia tradizionale. Lo ha affermato il candidato del centrosinistra alla Regione Umberto Ambrosoli intervenendo a 'Uno Mattina'. "Oggi la stragrande maggioranza delle coppie che arrivano a unirsi in matrimonio sia civile che religioso arrivano da una convivenza spesso anche molto prolungata - ha osservato - il mio concetto di famiglia fa så che quelle coppie che già hanno una convivenza in essere non siano dimenticate dalle istituzioni, certo è un rango diverso rispetto a quello propriamente della famiglia". Ambrosoli ha poi ricordato che nel suo programma elettorale ci sono una serie di punti per sviluppare " politiche per far så che le coppie possano generare una famiglia" e per uscire dal "ricatto famiglia-lavoro", quali la creazione di "asili nido diffusi egli "affitti agevolati" per le giovani coppie.

"C'è una grossa differenza tra i consiglieri regionali di centrosinistra e quelli del centrodestra oggi in Lombardia" e cioè che "quelli del centrodestra sono quasi tutti indagati per l'uso che hanno fatto dei rimborsi mentre il principale partito di centrosinistra, il Pd, già da un anno messo on line le spese in modo che tutti i cittadini potessero controllare". Lo ha detto Umberto Ambrosoli, candidato alla Regine per il centrosinistra intervenendo a Uno Mattina. Ambrosoli ha ricordato il dato sull'astensionismo, in diminuzione rispetto al 2010 rivendicando un "minimo di merito" a riguardo. "Abbiamo rappresentato la capacità del centrosinistra di aprirsi a esperienze ulteriori rispetto a quelle del professionismo della politica - ha affermato - e quella di attuare un sistema di rinnovamento, di trasparenza reale". Poi la spiegazione della differenza tra gli attuali consiglieri regionali, con quelli di centrodestra "quasi tutti indagati per l'uso che hanno fatto dei rimborsi". L'avvocato ha anche ricordato la sua proposta proposta per modificare il sistema dei rimborsi attraverso una "gestione centralizzata da parte dei partiti che dovranno mettere a disposizione il 'servizio' e l'eliminazione invece dei rimborsi soggettivi ai singoli consiglieri".

Gli attuali 11 assessori della giunta regionale, ridimensionata da Formigoni nell'ultimo rimpasto, rappresentano un numero "congruo" per una squadra di governo. Ad affermarlo Umberto Ambrosoli, candidato del centrosinistra, parlando di razionalizzazione e riorganizzazione delle risorse regionali a 'Uno Mattina'. "Non si tratta di tagliare in senso assoluto, ma di individuare le risorse esattamente necessarie - ha detto - direi che il numero individuato da Formigoni è un numero assolutamente congruo". Ambrosoli ha poi ricordato l' importanza della partecipazione femminile. "Guardo con molto favore l' esperienza del Comune di Milano che ha voluto alemeno la metà di assessori donna", ha detto.

Tags:
ambrosoli giunta






A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.