A- A+
Milano

Il cadavere di un anziano e' stato trovato ieri sera nel magazzino di un negozio di tappeti orientali in piazza Tripoli, a Milano. L'uomo presenta una profonda ferita d'arma da taglio al collo. A fare la tragica scoperta e' stato il figlio della vittima, che aveva 79 anni. Indagano i carabinieri.

La vittima, residente a Milano, era il titolare dell'esercizio e il suo corpo si trovava nel magazzino, supino, in una pozza di sangue: è là che il figlio si è recato ieri e lo ha trovato senza vita. Il negozio di piazza Tripoli denominato "Gorjian Carpet" si occupa di importazione e vendita di tappeti.

La Procura di Milano indaga per omicidio e rapina in relazione alla morte dell'iraniano di 79 anni trovato ieri sera all'interno di un negozio di tappeti. Il cadavere presentava profonde ferite da arma da taglio, tra cui una estesa al collo. Gli inquirenti, coordinati dal procuratore aggiunto Albero Nobili e dal pm Alessandra Cecchelli, hanno accertato che alla vittima sono stati portati via il portafoglio e il telefonino, e stanno valutando se l'omicidio sia da collegarsi alla rapina oppure se sia trattato di una messinscena.

Tags:
anziano sgozzato






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.