A- A+
Milano

“Nel giro di sei mesi abbiamo voluto verificare, coinvolgendo  tutte le aziende di Assolombarda, l’opinione dei nostri associati sull’andamento della propria impresa e su quello dell’economia nazionale. Nell’ultimo sondaggio abbiamo anche chiesto, volutamente in questo periodo di crisi, anche l’opinione sul ruolo di Assolombarda. I risultati ci sono apparsi molto interessanti”, ha dichiarato il Presidente di Assolombarda Alberto Meomartini presentando i risultati dell’indagine ISPO-Assolombarda.

“I risultati riflettono certamente la particolare condizione delle imprese milanesi, in buona parte esportatrici e competitive in particolare per la differenziazione dei loro prodotti e dei loro servizi,  ma oggettivamente mettono in luce una fortissima volontà e capacità di reazione alla crisi. Due terzi delle nostre imprese ritengono infatti nel 2013 di trovarsi in una condizione migliore o uguale rispetto all’anno precedente: è un risultato che differenzia significativamente l’ambiente imprenditoriale milanese da quello nazionale. Le imprese di Assolombarda - ha aggiunto Meomartini - non nascondono le loro preoccupazioni, ma ritengono di poter contrastare la situazione di crisi con la propria capacità. Le preoccupazioni principali riguardano il ritardo dei pagamenti, in particolare della Pubblica Amministrazione, il carico burocratico e le difficoltà di accesso al credito, seppure questo problema non coinvolga la maggior parte delle imprese stesse”.

“Non posso nascondere la soddisfazione per il giudizio positivo espresso su Assolombarda e in particolare per i servizi erogati dalla nostra associazione. Queste rilevazioni - ha detto ancora Meomartini - conformano il nostro programma di lavoro, ci aiutano a calibrare i nostri interventi, in particolare in tema di internazionalizzazione, di miglior rapporto tra banca e impresa e di supporto all’innovazione, attraverso gli accordi con il sistema formativo, in particolare con le università e gli istituti tecnici e professionali”.

“Abbiamo anche posto una serie di domande sulla situazione economica nazionale, e le risposte mostrano un più elevato indice di  preoccupazione, suggerendo come exit-strategies per l’uscita dalla crisi generale una riduzione del carico fiscale e la riduzione della spesa pubblica. Gli imprenditori milanesi - ha concluso Meomartini - si sono dimostrati particolarmente sensibili ai temi dell’innovazione, della lotta all’evasione e alla corruzione, e in generale delle riforme complessive: temi che hanno visto Assolombarda in questi anni particolarmente impegnata”.

Tags:
assolombarda imprese






A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.