A- A+
Milano

 

Atm porte aperte (4)

di Fabio Massa

La decisione definitiva ci sarà solo nella serata di oggi, ma pare proprio che l'aumento del biglietto Atm sia scongiurato. L'ipotesi di portare il ticket da 1,50 a 1,70 euro sarebbe tramontata, complice un documento dell'azienda dei trasporti, che evidenzia come il punto critico per il bilancio dell'azienda guidata da Bruno Rota non sia tanto il biglietto, ma gli abbonamenti, che da 12 anni non subiscono variazioni. In più, l'aumento del biglietto ha portato una migrazione verso l'abbonamento sempre più forte.

Insomma, la leva che sarà utilizzata sarà proprio quella di rivedere gli abbonamenti, che passeranno con tutta probabilità da 30 euro a 36 euro. Anche se esiste sul tavolo una seconda ipotesi per portarli fino a 38 euro. Altro punto "dolente" è il forte sconto per gli under-26, che pesa fortemente sui conti di Atm. La decisione, secondo fonti di Affaritaliani.it, sarà presa in una riunione tra stasera e domattina a Palazzo Marino.

@FabioAMassa

Tags:
atm abbonamento biglietto







A2A
A2A
i blog di affari
"Unite civilmente, se una delle due morisse a chi va l'eredità?"
di Avv. Violante Di Falco *
De Donno, eroe della medicina democratica che non piaceva ai potenti D. FUSARO
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.