A- A+
Milano
evaristo beccalossi

di Fabio Massa

Evaristo Beccalossi, ruolo centrocampista. Bandiera dell'Inter: 216 presenze e 30 gol. E un sogno ancora nel cassetto: diventare consigliere regionale lombardo. Affaritaliani.it lo ha intervistato per capire perché un ex calciatore, oggi opinionista, vuole sfondare nel mondo della politica: "Mi candido con l'Udc perché me l'hanno chiesto e condivido quel che pensano. Poi intendiamoci, io resto sempre un calciatore. Un uomo di sport. Quindi mi interessano quei temi là, dei tecnicismi non me ne occupo: voto disgiunto, cose ideologiche, appoggi..."

Evaristo Beccalossi, parliamo di politica...
Sì, ma non si scordi che sono un ex calciatore.

Va bene: in questi giorni impazza il dibattito sul voto disgiunto pro Ambrosoli...
Ecco, appunto. Questi sono tecnicismi, a me non importano. Andiamo sul tema della mia candidatura.

Andiamoci.
Io sono e resto un uomo di sport. E' nata questa opportunità per lo Sport e ho deciso di prenderla. In 35 anni che sono a Milano credo di conoscere tutte le problematiche. Sul voto disgiunto neanche ci ho riflettuto. Io mi occupo delle cose che cercherò di fare nel concreto. E' la mia prima esperienza politica, mica mi occupo del voto disgiunto.

Perché si candida con l'Udc?
Perché è una mia decisione, quella di provare a fare politica. E lo faccio con loro perché me l'hanno chiesto. Mi hanno dato la possibilità di candidarmi. Ma io voglio operare nel concreto...

Ecco, appunto: parliamo di concretezze.
Mi voglio occupare del calcio dilettantistico, del calcio nelle scuole. Ci sono dei bei progetti su questo. Sto raccogliendo pensieri che covo da tanti anni. Guardi, io nasco da un oratorio, vengo da una famiglia di operai. Andavo in oratorio a tirare calci, magari adesso è più comodo andare in un bar. C'è spazio per recuperare tante dimensioni che si stanno perdendo. Io in politica non ci voglio portare nessuna invenzione, ma solo quello che ho sperimentato.

La Regione Lombardia ha fatto bene sullo sport fino ad oggi?
E' come quando si parla di calcio: nessuno è depositario della libertà.

Sarebbe a dire?
Tutti possono esprimere la propria idea. Io credo che in Lombardia ci sia ancora molta ricchezza: ci sono ancora ragazzi che si sacrificano molto pur di andare a giocare a calcio, magari chiudendosi in cinque dentro una macchina. Questa cultura va incentivata, va migliorata.

La provoco: i calciatori sono dei privilegiati. I politici pure. Da calciatore a consigliere regionale, la classe è sempre quella...
Dipende da come le si fanno le cose. Uno che parte dal paesello, come me, e si fa da solo osservando tanto dai più bravi, non è un privilegiato. Mi sono sempre sentito fortunato, questo sì. Però poi la vita da calciatore a un certo punto finisce e bisogna tirarsi su le maniche. Io l'ho fatto. Ho fatto esperienze come opinionista e altro. Vorrei mettere questo bagaglio di esperienze al servizio della politica. Certo, la politica ha un problema...

Quale?
Che io sono una persona diretta. Non mento mai. E poi nel calcio qualche battuta la si può fare, in politica viene preso tutto sul serio.

Chi voterà come presidente della giunta regionale?
Mi pare che l'Udc abbia una posizione netta su questo. Quindi voterò come voterà l'Udc.

Chiudiamo con Balotelli: è stata una buona operazione elettorale?
Non lo so. Sicuramente è stata un'ottima operazione sportiva. Con El Shaarawi fanno una grande coppia d'attacco. Devo dire che Galliani sta proprio lavorando bene.

@FabioAMassa

Tags:
beccalossi udc






A2A
A2A
i blog di affari
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.