A- A+
Milano

La base grillina bergamasca e' in agitazione, molti parlano di "deriva autoritaria" all'interno del movimento, altri minacciano "dimissioni che faranno molto rumore". Frasi sentite nel corso dell'assemblea plenaria dei militanti. L'attivista Alessandro Quarenghi ha parlato di "un sistema di potere creatosi intorno al capo politico, con i parlamentari che stigmatizzano qualsiasi variazione dalla linea", mentre Andrea Pellicioli, ex candidato alle regionali ha specificato: "La deriva autoritaria e' reale, bisogna ripartire da dove eravamo rimasti". Sotto accusa il mancato ascolto della base, dimostrata dalla mancata attivazione della promessa piattaforma online di collegamento tra Roma e i gruppi locali.

Tags:
bergamo m5s







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.