A- A+
Milano

Maxi sequestro di sigarette di contrabbando all'aeroporto "Il Caravaggio" di Orio al Serio. La Guardia di finanza di Bergamo, in collaborazione con i funzionari dell'Agenzia delle Dogane, ne hanno intercettato oltre 3 quintali nel corso dei controlli sui passeggeri in arrivo allo scalo. Le 1.522 stecche erano occultate nei bagagli da stiva di 9 passeggeri (sette uomini e due donne) provenienti da Lviv, in Ucraina: tutti sono stati denunciati alla procura di Bergamo per contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

Il tabacco lavorato, acquistato in Ucraina a prezzi molto bassi, immesso nel circuito nazionale della vendita illegale al dettaglio, avrebbe consentito di realizzare cospicui guadagni. Il fenomeno - spiegano le Fiamme gialle - dall'inizio dell'anno ha registrato "un incremento esponenziale: le sigarette vengono acquistate prevalentemente in Ucraina, Egitto e Bielorussia ad un prezzo di circa 15 euro a stecca per poi essere rivendute al minuto tra i 25 e i 30". Da gennaio, i finanzieri in servizio all'aeroporto di Orio al Serio hanno gia' sequestrato circa mezza tonnellata di tabacchi, superando cosi', il quantitativo scoperto nel corso dell'intero 2012 (453 kg) e denunciato all'autorita' giudiziaria 19 persone di cui 5 tratte in arresto

Tags:
bergamo maxisequestro






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.