A- A+
Milano
Bpm compie 150 anni: "Ritorno al dividendo dopo tre anni di digiuno "
banca popolare milano

I vertici della Banca popolare di Milano festeggiano i 150 dalla fondazione dell'istituto "consci di poter guardare al futuro con ottimismo e tranquillita'". E' il messaggio che il presidente del consiglio di sorveglianza, Piero Giarda, il presidente del consiglio di gestione, Mario Anolli, e il consigliere delegato, Giuseppe Castagna, inviano ai soci nella tradizionale lettera preparata in vista dell'assemblea annuale dell'11 aprile della popolare, che sara' chiamata nei prossimi mesi a varare la trasformazione in spa. I risultati dell'esercizio e il ritorno al dividendo dopo tre anni di 'digiuno' "ci permettono di confermare gli ambiziosi obiettivi contenuti nel piano industriale e di consolidare il nostro posizionamento di rilievo nel panorama delle banche italiane", scrivono.

"Vi assicuriamo - si legge nella lettera ai soci della Bpm - che il nostro impegno sara' di dedizione assoluta all'obiettivo della redditivita', della crescita patrimoniale e occupazionale, con piena disponibilita' al dialogo, applicando il giusto rigore nelle decisioni e la necessaria sobrieta' nei comportamenti. Consapevoli delle sfide e dei cambiamenti che ci attendono, intendiamo proseguire in questa direzione, con l'obiettivo di saper cogliere gli elementi di modernizzazione e di innovazione senza mai venir meno ai nostri principi ispiratori". Durante l'assemblea, che si terra' sabato alla Fiera di Milano, sara' annullato il francobollo celebrativo dei 150 anni di Bpm, fondata nel 1865.

Tags:
banca popolare milanopiero giarda







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.