A- A+
Milano
kebab

Quasi 13 tonnellate di kebab sono state sequestrate dai carabinieri del Nas di Brescia nella provincia bergamasca in un laboratorio di lavorazione abusivo dove il prodotto finito veniva etichettato con indicazioni tese a frodare il consumatore. Gli accertamenti hanno consentito di appurare che il titolare della struttura, un'azienda di notevoli dimensioni autorizzata alla sola importazione e commercio all'ingrosso di kebab, aveva illecitamente allestito un laboratorio, dove lavorando prodotti di origine animale (pollo, tacchino e vitello) preparava il kebab. Denunciato il titolare dell'attivita'.

Inoltre le confezioni che riportavano sull'etichetta falsi dati di produzione (bollo sanitario e ubicazione dello stabilimento relativi a una ditta di lavorazione carni della provincia di Venezia) venivano successivamente congelate e distribuite a esercizi di ristorazione del Nord Italia. Nel corso dell'ispezione sono state rilevate irregolarita' del sistema di tracciabilita' delle materie prime, non idoneo a consentire l'individuazione dei prodotti utilizzati.. L'operazione ha consentito al Nas bresciano di sequestrare oltre 12 tonnellate e mezza tra materie prime carnee e kebab congelati, denunciando alla Procura della Repubblica di Bergamo il titolare dell'attivita' per frode in commercio e lavorazione di carni non autorizzata. Sono in corso ulteriori accertamenti per ricostruire la tracciabilita' dei prodotti carnei utilizzati per la produzione del kebab.

Tags:
brescia kebab







A2A
A2A
i blog di affari
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il redditometro viola i diritti dell'uomo: la denuncia di PIN
Green pass obbligatorio, infame pratica ideologica e non scientifica
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.