A- A+
Milano

 

marco flavio cirillo

di Fabio Massa

Marco Flavio Cirillo, sottosegretario all'Ambiente, sindaco di Basiglio, in un'intervista ad Affaritaliani.it spiega come arriva il primo cittadino di un piccolo Comune al governo: "Il presidente Berlusconi mi ha voluto per la mia competenza sui temi ambientali. Perché la difesa dell'ambiente parte proprio dai Comuni, e nella mia città abbiamo dimostrato di essere un'eccellenza in Italia in questo campo". Poi parla di Area C: "A livello ambientale è inutile, lo dico da sempre. E allora diciamo che serve per fare cassa. Le domeniche a piedi? Poco utili, sono più che altro un simbolo. Certo che se vanno a rendere più difficile la vita dei cittadini..." Infine sulla sua nomina a sottosegretario regionale a Expo, Cirillo nega di problemi con Maroni: "Andiamo d'accordo. Semplicemente il Cavaliere mi ha voluto nella Capitale"

Sottosegretario Cirillo, nel Pd ci sono state polemiche perché non ci sono esponenti milanesi nel governo. Il Pdl ha deciso altrimenti...
Diciamo che il Pdl è stato capace di difendere la specificità della Regione Lombardia. E' uno dei quattro motori d'Europa, e Milano è il suo capoluogo. Quindi siamo riusciti a ben rappresentare questa importanza oggettiva sullo scacchiere italiano. Ovviamente non ci sono solo io: c'è Maurizio Lupi, ad esempio, che è eccezionale. Io invece vengo dalla base: per dieci anni ho guidato una città che ha fatto incetta di premi ambientali...

Insomma, ha pure le competenze.
Conosco la macchina amministrativa e posso portare un'esperienza che risolverà tanti problemi per i comuni, non solo lombardi. Onore al merito del presidente Silvio Berlusconi che ha voluto questa rappresentanza milanese a Roma.

E il Pd?
Del Pd non parlo. Siamo con loro al governo. Le loro scelte sottendono a logiche interne che non mi permetto di contestare o commentare.

A proposito di ambiente, lei è sindaco di Basiglio, dove Berlusconi ha edificato un intero quartiere (Milano3). E' stato scritto che lei è un cementificatore...
Ottima domanda. Rispondo così: sono stato recentemente a un convegno dell'associazione ambientalista "Amici della Terra". Quando ho fatto vedere che cosa può fare un sindaco del Pdl in una città mediamente grande, come Basiglio, quando ho fatto vedere i progetti di case ecosostenibili a impatto zero, quando ho fatto vedere la mensa a sostenibilità totale sia a livello energetico che alimentare, quando ho fatto vedere il progetto per l'illuminazione pubblica pluripremiato... Ecco, quando ho fatto vedere tutto questo, sono rimasti a bocca aperta.

Torniamo al "cementificatore".
Quello che ho detto del convegno serve a far capire che certe cose non vengono mai messe in evidenza. Che cosa viene messo in evidenza? Che abbiamo fatto un piano di governo del territorio, che secondo un certo tipo di stampa cementifica, quando è certificato dalla Provincia di Milano che invece il consumo di suolo è "zero". Noi andiamo a edificare in aree già urbanizzate. Questa è la buona politica del Pdl in ambito locale. Siamo capaci di non toccare parchi, verde agricolo, verde attrezzato. Cosa che invece hanno fatto comuni anche della nostra area. Noi portiamo 40 milioni di euro privati nel pubblico, mantenendo servizi che altrimenti Basiglio non potrebbe avere.

Andiamo oltre Basiglio.
Esatto: rendiamoci conto che dallo Stato oggi non c'è più nulla. I trasferimenti si sono ridotti in modo tremendo. Noi l'abbiamo capito e sono anni che stiamo a trasferimenti zero. Ma i servizi sono rimasti. Come abbiamo fatto? Chiedendo ai privati, ogni volta che dovevano trattare con noi, di contribuire fortemente al bene pubblico.

Che ci fa un sindaco di un piccolo comune a fare il sottosegretario?
Porta la sua esperienza. Io pratico lo sviluppo sostenibile e lo faccio da 10 anni. Porterò questa visione anche a livello nazionale. In questa cosa noi crediamo: i Comuni sono i principali attivatori di processi sul territorio. L'ambiente lo difendono i Comuni, prima di tutto. Ecco qual è il mio punto di vista.

Lei si ricandida pure consigliere comunale. Eppure è sottosegretario. Perché?
Perché io non voglio lasciare il lavoro a Basiglio incompiuto. Sono sottosegretario all'Ambiente, ed è ovvio che voglio che la mia città sia la migliore d'Italia a livello ambientale. Deve essere un modello per tutti.

Entrando in Comune c'è un cartello che parla dell'Area C. Lei sostiene da sempre che è inutile.
Lo sostengo da sempre, lo sostenevo prima e lo sostengo adesso.

Perchè?
Io non torno indietro. L'Area C non è un dogma. E' stato un provvedimento che doveva servire per abbattere le polveri sottili. L'Arpa, che è un'istituzione seria e scientifica, dice che le polveri sottili non sono calate. E allora vuol dire che il provvedimento è inutile. Se poi è il provvedimento è stato preso per fare cassa, allora - e lo dico ironicamente - estendiamolo per tutti i Comuni. Così torneremo al tempo dei dazi... Se non c'è un piano della mobilità sostenibile come si fanno a fare provvedimenti come questo?

Ne parlerà con Pisapia?
Assolutamente sì. Ho il dovere di portare avanti le decisioni del governo e di sostenere i Comuni. Anche quelli che applicano provvedimenti che non condivido.

Le domeniche a piedi servono a livello ambientale?
Parliamoci chiaro: qui c'è una grande crisi. Domenica scorsa c'era la festa della mamma, e con la domenica a piedi non è che abbiamo dato una gran mano ai fioristi. E poi a livello ambientale non è che ha grande significato. E' più che altro una cosa simbolica: ma in questo momento di crisi i simboli non devono andare a danneggiare la vita della gente e aggravare la crisi...

Il Pdl l'aveva candidata sottosegretario all'Expo in Lombardia. E' finito al governo. Perché è finita così?
I
l Pdl mi aveva candidato e mi aveva assicurato - per volontà di Silvio Berlusconi -  un posto nella giunta regionale in qualità di sottosegretario all'Expo. Era una delega importante. Nel frattempo però è nato il governo. Un governo di pacificazione nel quale credo. Allora il presidente Berlusconi ha pensato a me: e io ho detto sì.

Nessun problema con Maroni?
Nessuno. Anzi, la lista locale a Basiglio, che mi onora di candidarmi, ha al suo interno anche la Lega Nord. Li rispetto e su molte tematiche siamo anche convergenti.

@FabioAMassa

Tags:
cirillo area c







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.