A- A+
Milano

Carlo Masseroli lascia la politica. In un Paese nel quale l'unico a dimettersi è stato un Papa ottuagenario, in una città nella quale pretendono di comandare ancora gli stessi poteri (e potenti) che già negli anni '60 erano datati, è davvero una notizia. Masseroli l'ideatore del Pgt che neppure la De Cesaris ha voluto e potuto completamente sconfessare. Masseroli il capogruppo Pdl durissimo, "ma leale" (come ha sottolineato la stessa vicesindaco). Masseroli l'amico, dico io. Quello che teneva (e tiene) alla coerenza prima di tutto. Che non ha forse digerito i sorpassi a destra e a sinistra, anche nel suo partito, anche nel suo movimento, quel Comunione e Liberazione che per lui è sempre stato cosa ecclesiale e non politica. Ecco, Carlo lascia. E allora giù il cappello.

Fabio Massa

Tags:
commento coraggio







A2A
A2A
i blog di affari
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.