A- A+
Milano
Commento/ Moretti pensi ai treni regionali e non a Malpensa

Difficile dar torto al ministro Maurizio Lupi che, di fronte alle considerazioni sgangherate di Mauro Moretti, propenso a chiudere Malpensa, gli ha suggerito di occuparsi dei treni regionali, eternamente in ritardo aggiungiamo noi. La contesa non è quella di sempre, Linate contro Malpensa. Questa volta l’ex sindacalista Cgil (segretario nazionale Filt fino al 1991) Mauro Moretti - trasformato in mandarino di stato a capo di Trenitalia (dal 2006), una specie di Ercolino sempreinpiedi sotto governi di segno opposto - propone in realtà il suo giocattolo: l’alta velocità ferroviaria. Pagata a carissimo prezzo dai contribuenti italiani, l’alta velocità (che guarda caso fa concorrenza ai voli Milano-Roma) porta i treni di Moretti su e giù per l’Italia. Le ferrovie regionali, quelle dei pendolari, naturalmente, possono attendere. Il prossimo treno.

Tags:
moretti malpensa







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.