A- A+
Milano

E' di 170 milioni di euro il disavanzo previsto per il bilancio 2014 del Comune. Lo squilibrio corrente e' di 213 milioni, che l'amministrazione intende compensare per 33 milioni con dividendi da societa' partecipate e per 10 milioni con le entrate ipotizzate dalla maxi rottamazione dei ruoli di Equitalia, riducendo lo sbilancio a 170 milioni. A riferire le stime sui conti di palazzo Marino per quest'anno e' stata l'assessore al Bilancio Francesca Balzani, nella seduta di commissione che apre il dibattito sulla manovra di previsione. Un bilancio "di contrazione" quello del 2014 per Balzani, con uno "sforzo di congelamento della spesa" che porta complessivamente a 53 milioni di uscite in meno rispetto all'assestato 2013. Le minori entrate pero' rispetto all'anno appena concluso ammontano a 266 milioni complessivamente.

La voce negativa piu' pesante, ha spiegato Balzani, restano le minori entrate previste dalla Tasi, cosi' come ipotizzata in base alla legge di stabilita', rispetto alle aliquote Imu 2013, ovvero secondo le stime di palazzo Marino circa 100 milioni in meno. "Una incognita di 100 milioni, uno spareggio secco di 70 milioni" la sintesi della situazione fatta da Balzani. A "compensare parzialmente" l'ammanco, alcuni incrementi: secondo i primi conti, rispetto al 2013 arriveranno ad esempio 2,5 milioni in piu' dall'addizionale Irpef, oltre 5 milioni in piu' dall'imposta di soggiorno, 30 milioni in pu' da "vendita di beni e servizi e proventi derivanti dalla gestione dei beni", 11 milioni in piu' dalle tariffe del trasporto pubblico (da 376 a 387 milioni) per gli incrementi gia' introdotti che quest'anno saranno a regime per tutti i 12 mesi, mentre devono essere iscritti a bilancio, ma solo per una questione di registrazione contabile, 120 milioni in meno di entrate dalle multe. Dall'amministrazione c'e' gia' l'intenzione di ricorrere alle cedole delle partecipate, 33 milioni fra Mm e Atm: da quest'ultima, dividendi straordinari per circa 25 milioni. In commissione, le prime reazioni dei consiglieri di maggioranza e opposizione, anche rispetto al percorso proposto dall'assessore per arrivare all'approvazione entro il 24 marzo con un atto d'indirizzo dell'aula. Per il centrodestra, come ribadito da diversi consiglieri, "la giunta ha idee confuse e non sa che fare" e "non deve aspettarsi che sia l'opposizione ad assumersi il compito di risolverle i problemi", dunque "l'assessore presenti qualche proposta e vedremo". Per la maggioranza "un bel modo di smarcarsi: l'opposizione vede che la palla messa in campo e' sgonfia, e non vuole giocare", ha detto Mirko Mazzali di Sel.

L' "impegno" dell'amministrazione e' "non fare ulteriore ricorso alla leva fiscale. Sgombriamo il campo: non ci saranno aumenti di tasse e tariffe". Lo ha assicurato l'assessore al Bilancio Francesca Balzani, ai consiglieri di maggioranza e opposizione nella seduta della commissione Bilancio di palazzo Marino, riguardo al bilancio di previsione 2014. Per coprire il disavanzo da 170 milioni di euro previsto per quest'anno, Balzani ha spiegato che per quanto riguarda i minori introiti previsti nel passaggio da Imu a Tasi "aspetto gli incontri di domani e dopodomani", fra Anci e governo. Per quanto riguarda invece il "disavanzo secco" di 70 milioni "il fatto positivo e' che stiamo partendo a gennaio, anziche' ad aprile, ci sara' modo di trovare le soluzioni: ogni mese e' importante" e "il mandato di contenere le spese ad ogni assessorato non e' mai venuto meno". Per i consiglieri "mi rendo conto che e' una sfida, e vedo che la tentazione e' di gettare la spugna. La palla pero' e' in campo e spero che raccolgano la sfida". L'atto di indirizzo atteso dall'aula "non deve essere una proposta di bilancio ma un atto politico che dia la strategia, su tanti aspetti, dal rapporto con Roma all'attenzione alla famiglia". Dall'opposizione non sono mancate le critiche: "Tasse e tariffe non aumenteranno semplicemente perche' piu' di cosi' non si puo'", ha detto De Pasquale, mentre sui tagli alla spesa "fa specie che Balzani parli di contenimento quando Maran e Majorino stanno annunciando iniziative e spese di ogni tipo".

Tags:
balzani comune







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.