A- A+
Milano

Comune di Milano e Arci Milano realizzano un'idea di Dianele Biacchessi e Ponti di Memoria, in collaborazione con Fondazione RCS e Fondazione Feltrinelli: "Milano e la Memoria 2014", progetto di riqualificazione dell'identità e della memoria di Milano che passa attraverso la scoperta e l'utilizzo di luoghi simbolici della città. "Milano e la Memoria 2014" non è una semplice rassegna di musica e teatro civile, e neppure una somma di date o di eventi, ma un marchio di qualità sociale e culturale. Un marchio che contraddistingue una città che è stata toccata dalla tinte fosche di un passato drammatico e che spesso ha saputo reagire e dimostrare di essere città aperta, democratica e antifascista. Perchè la memoria è anche un fondamentale esercizio di libertà e uno strumento di crescita democratica, e una grande città come Milano ha il dovere di ricordare la propria storia alle proprie e ai propri cittadini.

"Un progetto che mischia arte e memoria, passato e cultura - ha dichiarato l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno -. Perchè anche se in alcuni momenti della nostra storia ci è quasi parso che la violenza della realtà avesse offuscato la luce del pensiero e della creatività, è solo grazie al coraggio delle proprie idee e attingendo al proprio patrimonio di civiltà, di arte, di cultura che si può trovare la forza per uscire dalla schiavitù dell'ingiustizia e della sopraffazione". "Milano e la memoria è il primo progetto organico sulla memoria di una città mai avvenuto in Italia. Nasce da una mia vecchia idea. Gli anniversari della memoria ormai sono troppo paludati" - dice Daniele Biacchessi direttore artistico del progetto e presidente di Arci Ponti di Memoria - "La memoria che interessa a noi è quella che si trasferisce dal passato al futuro e giunge come memoria viva alle nuove generazioni che nulla sanno di Storia, perchè nulla è scritto sui loro libri di testo. L'unico modo per realizzare questa complicata operazione culturale è mettere insieme tutti quegli artisti che da soli promuovono la cultura, non il culto, della memoria e l'impegno civile. Un gruppo di artisti, alcuni luoghi simbolici della città, gli anniversari. Milano e la memoria è un vero e proprio progetto di tipo identitario che ho offerto come cittadino di Milano, più che come operatore culturale, giornalista, scrittore e uomo di teatro." Con "Milano e la Memoria 2014", Milano diventa la città dei narratori, il luogo in cui tutti i raccontatori di storie italiane si incrociano attraverso la forza delle parole.

Le date scelte nel calendario sono quelle simboliche: 27 gennaio (Giorno della Memoria), 22 marzo (Anniversario Cinque Giornate di Milano), 24 aprile (Verso il 25 aprile, Anniversario della Liberazione Italiana dal Nazi - Fascismo), 9 maggio (Giorno della Memoria delle Vittime del Terrorismo ), 11 luglio (Anniversario della Morte di Giorgio Ambrosoli). In coincidenza di ogni singolo evento Fondazione Giangiacomo Feltrinelli pubblica nella collana Memo un ebook dedicato scaricabile gratuitamente dal proprio sito.

Tags:
comune arci







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.