A- A+
Milano
Piantagione di marijuana, la coppia di Bergamo: "Ispirati da un film in tv"

La polizia di stato di Bergamo ha arrestato due coniugi per il reato di produzione, coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.  La coppia, italiani pregiudicati di 75 anni lui e 48 lei, aveva allestito in un capannone industriale preso in affitto una grow-room, appositamente isolata ad umidità controllata per la coltivazione di 205 piante di cannabis alte circa 1,5 metri, un'incubatrice con lampade al neon che illuminavano e riscaldavano altre piantine di cannabis appena germogliate, un essiccatoio perfettamente equipaggiato e funzionante, nonché riviste e appunti manoscritti riguardanti la coltivazione della cannabis. I due, un ex autotrasportatore e una cartomante, durante le perquisizioni hanno riferito di svolgere tale attività in assoluta autonomia e di aver trovato ispirazione una sera di circa un anno fa allorquando stavano vedendo alla televisione un film, in cui la protagonista, di fronte a grossi problemi finanziari a causa della morte del marito decideva di impegnarsi nella coltivazione di marijuana, creando un'apposita serra, per poi immetterla nel mercato e pagare tutti i suoi debiti.

Tags:
bergamoarrestocannabis







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.