A- A+
Milano
Corpus Domini e Mose, Scola non presiede le celebrazioni. Inside

La decisione risale a marzo, ma dopo l'inchiesta del Mose il fatto che Angelo Scola, arcivescovo di Milano, abbia lasciato al cardinale Dionigi Tettamanzi la processione del Corpus Domini, prevista per il 19 giugno prossimo, assume tutto un altro sapore.

Sicuramente Scola potrà evitare domande scomode su Venezia, dove - secondo i pm - la Curia si sarebbe spostata ad appoggiare Orsoni proprio in virtù di "450mila euro di Mazzacurati". La processione del Corpus Domini si terrà la sera di giovedì 19 giugno e sarà presieduta dal cardinale Tettamanzi in occasione del suo ottantesimo Compleanno. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, nella curia c'è un certo malcontento: l'occasione del Corpus Domini ha infatti una grandissima importanza per l'arcivescovo, che proprio durante la processione può visitare i luoghi più periferici della città, entrando in contatto anche con chi abitualmente non si reca in centro a Milano. Per questo il fatto che Scola, per un gesto di grande altruismo nei confronti di Tettamanzi, abbia rinunciato alla processione, lascia molto perplessi.

Tags:
corpus domini






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.