Prosperini patteggia tre anni e esce dal carcere

Mercoledì, 17 marzo 2010 - 11:20:00

arrestato prosperini

Pier Gianni Prosperini

Concessi gli arresti domiciliari all'ex assessore regionale Pier Gianni Prosperini, finito in carcere per corruzione e altri reati lo scorso 16 dicembre. Il giudice per le indagini preliminari Andrea Ghinetti ha accolto l'istanza di conversione della misura cautelare presentata dalle difese in concomitanza con l'accordo di patteggiamento a 3 anni e 5 mesi di reclusione per i reati di truffa, turbativa d'asta e corruzione. I pubblici ministeri Alfredo Robledo e Paolo Storari avevano dato parere favorevole ai domiciliari. Prosperini si trova nel carcere di Voghera dallo scorso dicembre. A febbraio il gip aveva emesso nei suoi e nei confronti anche di Massino Saini, amministratore Prillo comunicazioni e consulente di Rti Publicis/profit srl, e Raimondo Lagostena, patron di Odeon Tv, il decreto che dispone il giudizio immediato sulla base dell'evidenza delle prove.

Gli avvocati Luigi Rossi ed Ettore Traini hanno poi concordato il patteggiamento con la Procura. Prosperini, Lagostena e Saini rispondono in concorso tra loro e con Gianpiero Viotti in qualità di presidente della commissione aggiudicatrice, in particolare di aver "turbato la gara di appalto del servizio di realizzazione del progetto di comunicazione per la promozione del turismo della Regione Lombardia 2008-2010 indetta dalla regione in data 23 maggio 2007" del valore di 7,2 milioni, si legge nel capo di imputazione.

Gara vinta da Rti Publicis in modo illecito perchá Saini aveva avuto da un dipendente regionale l'elenco completo dei partecipanti prima che venisse reso pubblico "con rilevante vantaggio competitivo sugli altri partecipanti" e perché sempre Saini "in accordo con Prosperini e Lagostena" aveva redatto "una proposta tecnica per conto del Rti Publicis/Profit srl, rivelatasi determinante per la vincita della gara, dove sono indicati programmi e progetti che soni sin dall'origine destinati a non trovare alcuna attuazione, in tal modo ingannando la Regione Lombardia che attribuiva all'offerta Publicis/Profit un punteggio tecnico talmente elevato da risultare incolmabile per fli altri concorrenti". Prosperini risulta accusato anche di concorso corruzione per aver ricevuto da Lagostena una tangente di "230mila euro sul conto corrente acceso presso Ubs di Lugano" per turbare la gara, e di altri episodi di corruzione e truffa alla Regione. Ieri è stato arrestato per ordine di Ghinetti il suo segretario particolare, Gionata Davide Soletti, accusato di aver riciclato per conto di Prosperini fino a 600mila euro, parte dei quali riconducibili alla tangente, versata estero su estero da Lagostena. Nell'ordinanza con cui ha disposto i domiciliari per il segretario, il gip parlava di possibili ulteriori dazioni corruttive nei confronti di Prosperini, ma ha poi comunque deciso di accogliere l'istanza di conversione della misura.

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA