A- A+
Milano
Crac Imco, chiuse le indagini sul figlio della Cancellieri

La Procura di Milano ha chiuso le indagini su Piergiorgio Peluso, figlio dell'ex Ministro Annamaria Cancellieri e direttore finanziario di Telecom, in relazione al fallimento di Imco, una delle holding dei Ligresti.

Peluso, all'epoca dei fatti capo di Unicredit Corporate Banking, e' accusato di bancarotta fraudolenta. La chiusura delle indagini e' l'atto che precede solitamente la richiesta di rinvio a giudizio, o a volte di archiviazione, per chi e' indagato.

L'ipotesi di bancarotta fraudolenta contestata a Peluso riguarda il capitolo relativo alla vendita della cosiddetta area Cerba. Stando a quanto si legge nel capo di imputazione, Peluso, assieme ad altri 12 indagati, avrebbe dissipato il patrimonio di Imco spa "con un'operazione, preparata nei mesi antecedenti e perfezionata il 5 agosto 2010 (...) all'esito della quale Imco spa assumeva il rilevante debito gia' in capo alla controllante Sinergia spa, si indebitava verso i medesimi creditori gia' della controllante, concedeva garanzie sui propri bene e specialmente l'area c.d. Cerba, giustificava il versamento alla controllante con l'acquisto di un cespite (Tenuta Cesarina) privo di valore commerciale".

In questo modo, secondo il pm Luigi Orsi, gli indagati "cagionavano il dissesto di Imco spa". Peluso aveva ricevuto un invito a comparire davanti al pm nel novembre scorso, ma non si era presentato. Il suo coinvolgimento emergerebbe da alcune e - mail che l'ex capo di Unicredit Corporate Banking scambio' con Salvatore Rubino, ex presidente del cda di Imco ed ex direttore generale di Sinergia spa (anche lui tra i destinatari dell'avviso di chiusura delle indagini), nelle quali si parlava dell'operazione finita nel mirino della magistratura.

Tags:
crac imcopeluso







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.