A- A+
Milano

Sara' l'esame autoptico, disposto dalla Procura di Lecco, a chiarire cause ed eventuali responsabilita' per il decesso in un anziano morto poche ore dopo essere stato dimesso dal pronto soccorso dell'Ospedale Mandic di Merate, in provincia di Lecco, dove si era presentato lamentando un gonfiore alla lingua che gli impediva di deglutire. L'uomo, Cesarino Milani, residente a Merate, si era presentato al Mandic nella giornata del 31 dicembre ma, dopo essere stato visitato dal medico di turno al pronto soccorso, era stato rimandato a casa. Alcune ore dopo le sue condizioni di salute sono peggiorate rendendo necessario in piena notte l'intervento di un'ambulanza e il ricovero urgente. L'uomo e' morto in ospedale.

Tra le ipotesi una possibile allergia non diagnosticata. In queste ore il magistrato di turno firmera' gli avvisi di garanzia per consentire alle parti interessate di nominare eventuali periti di fiducia da affiancare a quello nominato dalla Procura che ha ricevuto segnalazione di quanto accaduto direttamente dai vertici della struttura ospedaliera.

Tags:
dismessopronto soccorsomorte






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.