A- A+
Milano
basilio rizzo

di Fabio Massa

Protestano, i consiglieri comunali. Perché va bene la spending review, ma tagliare anche il sostentamento minimo - questa è la tesi - sembra davvero troppo. Quindi, qual è l'ultima decisione di questo nuovo periodo di austerità a Palazzo Marino? In pratica, se le sedute vanno oltre mezzanotte (incominciando come di consueto a metà pomeriggio) allora Milano Ristorazione prepara il pasto ai consiglieri. A pagamento dei consiglieri, ovviamente. In caso contrario, se le sedute arrivano fino alle 22.30, ai consiglieri spetta solo e unicamente un panino imbottito. "Questione di spending review - spiegano alcuni consiglieri ad Affaritaliani.it - Ci hanno detto che costava troppo". Il malumore serpeggia. Anche perché pare proprio che le spese del consiglio siano nel mirino dell'amministrazione. A febbraio una mail informava i consiglieri che "nelle more della definizione degli stanziamenti di bilancio destinati al funzionamento della presidenza è sospesa la fornitura dell'acqua minerale". Niente di male, per carità. L'acqua di Milano è buona, e si può bere pure quella del rubinetto. "Il problema non è l'acqua - spiegano ancora i consiglieri - Il problema è che qui è partita la battaglia contro la casta partendo proprio dalla base della piramide, i consiglieri comunali. Ma lo sapete quanto c'è nel Cud di un consigliere? 900 euro di gettoni di presenza a fronte di un gran lavoro".

Basilio Rizzo, interpellato da Affaritaliani.it, spiega il perché della norma sulla cena (panino fino alle 22.30, pasto dopo le 24): "In effetti abbiamo solo dato corso a una prassi che già c'era. Alcuni consiglieri sono venuti a dirlo anche a me e ho spiegato come stanno le cose. Secondo una nostra prassi facciamo la cena se la seduta è fino alle ore 24 oppure oltre. Quando invece è oltre le 20.30 fino alle 22.30, prevediamo questi panini. Non è solo una scelta di risparmio, ma lo facciamo per non buttar via il cibo". Anche perché - secondo Basilio Rizzo - "quando si decide di farla, bisogna prevederla per 48 persone, per tutti. E poi ci sono persone che non ne usufruiscono. E il cibo si butta. Vorremmo evitarlo. Con il personale di Milano Ristorazione abbiamo consolidato questa tradizione, anche se non ne abbiamo fatto un regolamento, ovviamente".

@FabioAMassa

Tags:
panini consiglio comunale







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.