A- A+
Milano

Nell’ambito della terza edizione dell’International Participants Meeting in corso a Torino, si è svolta oggi nell’Auditorium Cantoni di Fiera Milano, la Tavola Rotonda dedicata a “Italia, Lombardia, Milano ed Expo 2015”.

 

Nel corso del dibattito, a cui hanno partecipato tra gli altri Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia,  Maurizio Martina, Sottosegretario all’Agricoltura con responsabilità per Expo, Guido Podestà, Presidente della Provincia di Milano, Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano e Pietro Romano, Sindaco di Rho, Diana Bracco, Presidente Expo 2015 Spa e Commissario generale del Padiglione Italia ha offerto ai delegati provenienti da tutto il mondo e al Segretario Generale del BIE un’anteprima di come sarà il Palazzo Italia.  “Un’architettura antiretorica, avveniristica ed ecologicamente sostenibile che sarà”, ha affermato Diana Bracco, “la porta d’ingresso del Paese, un  grande agorà internazionale, e il biglietto da visita del Sistema Italia nel mondo. Padiglione Italia sarà infatti lo snodo centrale di tutte le relazioni diplomatiche dove saranno accolti oltre 130 Capi di Stato e di Governo con delegazioni ufficiali, missioni economiche e grandi eventi sui temi della Nutrizione”.

PISAPIA - "Milano sara' una citta' che vi stupira', sicuramente in positivo". Lo ha detto il sindaco Giuliano Pisapia, rivolgendosi ai delegati dei paesi partecipanti all'Expo riuniti in Fiera a Rho. "Milano e' un cantiere, di idee, di progetti, perche' la citta' nel 2015 sia piu' attrattiva, attraente, capace di cultura, sviluppo e anche divertimento", ha detto il sindaco, che ha ricordato che "il turismo straniero a Milano e' aumentato del 20 per cento e vogliamo quantuplicarlo prima, durante e dopo Expo". Pisapia ha garantito l'accoglienza "assicurata e allegra" e l'efficienza dei trasporti: "Ci saranno 5 linee della metropolitana funzionanti, di cui l'ultima, la linea 4, portera' da Linate in una zona che e' praticamente il centro di Milano", mentre "rafforzeremo il trasporto pubblico locale" cosi' che "la mobilita' sara' una sorpresa". Sul fronte della cultura invece, Pisapia ha riferito delle mostre che saranno al Castello Sforzesco "dedicate a Leonardo e Michelangelo", oltre a una "grande mostra su Giotto", e "durante i sei mesi di Expo nessuna opera milanese andra' all'estero". Quindi "musei aperti anche alla sera", il Piccolo che "riempira' di spettacoli la citta'", eventi scientifici centrati sul tema della alimentazione e della salute, i campionati mondiali di canoa e sci nautico e "stiamo lavorando per portare a Milano una tappa del Tour de France". Nel complesso "una citta' capace di offrire proposte per gli interessi e le passioni di ciascuno", che "vi stupira' sicuramente in positivo".

Tags:
expo padiglione italia







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.