A- A+
Milano

BOTTA.../ "Abbiamo ribadito la necessità che la Regione realizzi il progetto delle vasche per evitare che il Comune di Milano sia in allarme ogni volta che piove. Non è possibile che nel 2013 e in vista di Expo Milano abbia ancora questa situazione". Coså l'assessore alla Protezione Civile, Marco Granelli, ha commentato stamani a palazzo Marino l'esondazione del Seveso, ieri sera, in zona Niguarda. "C'e' stato un temporale improvviso - ha spiegato l'assessore comunale -, il meteo e la protezione civile regionale lo avevano segnalato come ordinario per cui, nonostante fosse stato aperto come da prassi lo Scolmatore, c'è stata questa esondazione di 10-15 cm e durata poco". Quindi la richiesta alla Regione di mettere a punto un "intervento definitivo come le vasche o strumenti che riescano a trattenere l'acqua non possibile". "Nel piano delle opere noi abbiamo appostato le risorse per dare il nostro contributo".

...E RISPOSTA/ "Se non si trattasse di una situazione delicata, all'assessore Granelli, che torna a occuparsi di questo grave problema solo nell'emergenza, verrebbe da chiedere se, prima di lanciare accuse e proclami, si confronta con i colleghi di Giunta Pisapia e Maran. Regione Lombardia, infatti, ha chiesto da mesi, sia al sindaco di Milano, sia all'assessore competente, un incontro per definire l'avvio dei lavori riguardanti la realizzazione delle opere necessarie per evitare l'esondazione del Seveso. Una richiesta, purtroppo, per ora, rimasta vana. A tal proposito ricordo anche che Regione Lombardia ha già reso disponibile, da tempo, un primo finanziamento di 10 milioni di euro da dedicare alla messa in sicurezza della città di Milano". Viviana Beccalossi, assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo, replica coså alle dichiarazioni dell'assessore comunale Granelli, in merito ai problemi creati in queste ore dalla esondazione del fiume Seveso a Milano. "Insieme ad Aipo, l'Agenzia interregionale per il fiume Po - ha proseguito Viviana Beccalossi - abbiamo anche redatto il primo dei progetti che eviterebbe a Milano di trovarsi allagata in caso di forti piogge. Quello che non abbiamo capito è se, alla politica delle chiacchiere, l'assessore Granelli e la Giunta che rappresenta, sono in grado di far seguire atti concreti, come, ad esempio, lo stanziamento di 30 milioni di euro che il Comune di Milano si è sempre detto pronto a mettere sul tavolo per contribuire alla realizzazione delle opere. Anche di queste risorse abbiamo chiesto conto a Maran, senza aver ricevuto alcuna risposta".

Tags:
seveso regione comune






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.