A- A+
Milano

Per ospitare le delegazioni e gli staff dei paesi partecipanti a Expo 2015 a Cascina Merlata sta nascendo il Villaggio Expo, un complesso residenziale che comprendera' sette torri destinate ad alloggiare 1.200 persone in 391 alloggi. Sembra pero' che nonostante le dimensioni del progetto le torri non saranno sufficienti da sole ad ospitare tutte le delegazioni, che si preannunciano assai numerose. Oggi il commissario Giuseppe Sala infatti, intervenuto alla presentazione del progetto in Triennale, ha rivelato che la sola Germania inviera' a Expo 2015 una delegazione di 450 persone, "per le quali bisognera' trovare altre soluzioni, coinvolgendo gli aggregatori", ha detto Sala. Le torri, edificate con avanzate tecnologie di costruzione per ridurre al minimo l'impatto ambientale, sono di classe energetica A e saranno serviti unicamente da fonti di energia rinnovabile. La progettazione e' stata affidata agli studi di architettura MCA di Mario Cucinella, Tecnoarch' B22 e Pura.

Al termine dell'esposizione Euromilano,la societa' immobiliare che oggi sta riqualificando l'area di Cascina Merlata, intende aggiungere alle 7 torri, altri 4 edifici con 293 alloggi, e realizzare un grande quartiere di edilizia abitativa che comprendera' 52.000 mq destinati all'housing sociale, 127.000 mq di edilizia convnzionata e 143.500 mq destinati al libero mercato. Al piano terra delle torri sono inoltre previsti spazi multifunzionali per gli ospiti di Expo, che l'AD di Euromilano Alessandro Pasquarelli prevede di conservare per il progetto abitativo che seguira' l'esposizione: tra questi ci saranno lavanderie, palestre, ambulatori, sale riunioni e uno spazio interreligioso. In particolare con riguardo a quest'ultimo Pasquarelli spiega: "E' un luogo di raccoglimento che consente a tutte le confessioni diverse di fare la loro preghiera, la loro funzione, e allo stesso tempo di convivere con gli altri. L'unica cosa che ci sara' al di fuori di questo locale saranno i luoghi per le abluzioni per i musulmani. E'un luogo per tutti e deve essere per tutti".

In aggiunta agli spazi abitativi il quartiere che sorgera' a Cascina Merlata dopo Expo 2015 comprendera' anche un centro commerciale, una scuola e un parco pubblico. "Il centro commerciale ha subito un rallentamento di19 mesi nei lavori ma adesso e' partito e lo faremo, sara' pronto per il 2016", spiega Alessandro Pasquarelli di Euromilano. Per quel che riguarda la scuola "dovrebbe essere una delle piu' grandi di Milano, ospitera' 800 alunni e includera' grandi strutture sportive", dice Pasquarelli: "per la sua realizzazione abbiamo fatto un concorso rivolto agli studi di architettura italiani, abbiamo avuto 12 proposte e le stiamo valutando". Nell'area di Cascina Merlata sorgera' anche un parcheggio temporaneo per Expo, che al termine della manifestazione sara' smantellato.

Tags:
expo cascina merlata







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.