A- A+
Milano

"Uno dei driver fondamentali dell'Expo di Milano sara' l'innovazione", afferma Diana Bracco. "Per questo l'accordo col Cnr e' un passo fondamentale. Il Padiglione Italia in particolare dovra' mettere in vetrina le risposte che il nostro Paese puo' offrire ai problemi legati all'ambiente e all'alimentazione, grazie alla capacita' innovativa e creativa del nostro sistema di Ricerca pubblico e privato e delle imprese italiane all'avanguardia che hanno successo in tutto il mondo. Poter contare in questa riflessione scientifica sull'aiuto di un'eccellenza italiana come il Cnr ci riempie di soddisfazione". "Il nostro apporto al Padiglione Italia tocchera' numerosi aspetti e coinvolgera' molte delle competenze del Cnr", conclude Luigi Nicolais, "verranno identificati alcuni 'fil rouges' attraverso cui raccontare come la scienza e la tecnica concorrano a migliorare la qualita' della vita e il benessere delle persone oltre ad affermare a livello internazionale l'immagine positiva, attraente e innovativa delle nazioni presenti all'Expo".

Tags:
expo cnr






A2A
A2A
i blog di affari
Incostituzionale l'indeducibilità dell'IMU per le imprese: ora i rimborsi
Matrimonio tra Pascale e Turci, l'altro significato...
di Maurizio De Caro
PROGETTI PER LE SCUOLE, CONTRO LA MIOPIA, FONDI PER CONSUMATORI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.