A- A+
Milano
Expo e inchiesta Grandi opere, Maroni: "Sì, sono preoccupato"

"L'inchiesta sulle grandi opere? Non ho elementi sufficienti per esprimere un giudizio, vedremo cosa salterà fuori. Sono un po' preoccupato per l'Expo, ma ho letto le dichiarazioni del commissario, che spiega che non ci sono coinvolgimenti particolari. Stiamo a vedere". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni.

Italiana Costruzioni nel frattempo replica alle indiscrezioni su un presunto coinvolgimento di suoi manager nell'inchiesta sulle grandi opere e su Expo in particolare. "In merito alle notizie apparse su alcuni organi d'informazione", scrive in una nota, "dichiara di essersi aggiudicata la gara per l'esecuzione dei lavori di realizzazione del Padiglione Italia per Expo 2015 avendo sempre operato nel pieno rispetto delle normative civili, amministrative e penali. La Societa' ribadisce pertanto la propria totale estraneita' ai fatti al centro dell'indagine condotta dalla Procura di Firenze. Italiana Costruzioni spa, in particolare, si e' aggiudicata i lavori per la realizzazione del Padiglione Italia avendo ottenuto il miglior punteggio complessivo in applicazione dei criteri tecnici ed economici previsti dal bando di gara. Il rapporto professionale con il signor Stefano Perotti a tal fine e' consistito esclusivamente in una singola consulenza tecnica c.d. di 'project control', regolarmente eseguita e fatturata per un valore di Euro 4.500 Iva esclusa. Nessun rapporto professionale ne' tanto meno di altra natura vi e' stato tra Italiana Costruzioni S.p.A. e le altre persone citate dagli organi di stampa. I vertici della societa' ribadiscono, comunque, la propria disponibilita' a fornire agli inquirenti la massima collaborazione, e sono sereni oltre che certi di poter dimostrare l'assoluta correttezza e trasparenza del proprio operato. Italiana Costruzioni - conclude la nota - sta lavorando con orgoglio e abnegazione alla realizzazione di Padiglione Italia, impiegando oltre 500 tra tecnici e operai organizzati in turni 24 ore su 24, sette giorni su sette. Le lavorazioni stanno avvenendo nel pieno rispetto dei tempi di consegna dell'opera, recuperando il ritardo di circa sei mesi con cui sono partiti i lavori per cause indipendenti dalla societa'".

Tags:
roberto maronigrandi opereexpoitaliana costruzioni







A2A
A2A
i blog di affari
Ascolti tv, ciclone Cavallaro al Tg4; bene Uno Mattina Estate e Siria Magri...
Di Klaus Davi
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.