A- A+
Milano

È cinese il primo Corporate Participant di Expo Milano 2015. Questa mattina, a Pechino, il colosso del settore immobiliare China Vanke Co. Ltd. ha firmato l'accordo di partecipazione all'Esposizione Universale italiana. Presenti alla firma Marta Dassù, Sottosegretario del Ministero degli Affari Esteri, Wang Jinzhen, Commissario Generale della Cina, Wan Ji Fei, Chairman del CCPIT, e Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A.. Questo accordo - spiega Expo Spa - è la prima tappa del "China Special Project di Expo Milano 2015", un progetto strategico di collaborazione e sviluppo economico che consentirà a Italia e Cina di rafforzare la già proficua cooperazione che lega i due Paesi. China Vanke Co. Ltd, che fornisce oltre mezzo milione di unità abitative e offre servizi di gestione a oltre 1,5 milioni di cinesi, costruirà un proprio padiglione dove illustrerà il programma "Shi Tang": l'idea è di mettere a disposizione spazi di ristorazione in cui mangiare in maniera salutare, a prezzi contenuti, e in cui socializzare, condividendo opinioni e progetti e migliorando il tessuto sociale della città. Il "China Special Project di Expo Milano 2015" prevede cinque aree strategiche. La prima, annunciata in occasione della firma del contratto di partecipazione della Cina lo scorso novembre, avrà importanti ricadute economiche e turistiche per entrambi i Paesi: l'obiettivo, infatti, è di portare all'Esposizione Universale in Italia un milione di visitatori cinesi. La seconda e la terza riguardano la stretta cooperazione tra le Province Cinesi e le Regioni Italiane e le potenzialità di Expo Milano 2015 come piattaforma per rafforzare gli scambi e favorire opportunità di business grazie al contributo di Camera di Commercio di Milano e Promos. Promuovere il Padiglione Cinese in Italia e far conoscere l'evento del 2015 in Cina attraverso speciali roadshow nelle principali province cinesi per illustrare le sfide e il tema della manifestazione, "Nutrire il pianeta. Energia per la Vita", sono le attività principali previste per sviluppare l'area culturale del progetto. Sarà inoltre attuata una strategia di promozione, grazie a mascotte e testimonial, per creare occasioni di business con aziende cinesi in co-branding e licensing.

Tags:
expo corporate partecipant






A2A
A2A
i blog di affari
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano
Mercato del vino: dai corsi sommelier alle vendite l'Italia primeggia
Elena Vertignano
Caso MPS, ragionevoli le condizioni poste da Unicredit per l’acquisizione
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.