A- A+
Milano

Un mese di tempo: se entro dicembre non arriveranno i via libera dal ministero dell'Ambiente sulla Rho-Monza e dal ministero delle Infrastrutture con il Cipe sul raccordo della Brebemi con la tangenziale queste due opere non potranno essere pronte per Expo. Anche accelerando al massimo i lavori. E' l'allarme lanciato oggi dal presidente di Milano-Serravalle Marzio Agnoloni. Per la strada destinata a chiudere l'anello delle tangenziali, la Rho-Monza, "noi siamo pronti a partire ma manca il visto del ministero dell'ambiente: se arriva ora, e non fra mesi - ha detto Agnoloni - noi a gennaio possiamo fare partire i lavori, aggiudicati oltre un anno fa a due imprese importanti. Stiamo aspettando che il ministro firmi".

"Intesa SanPaolo ci ha comunicato che sottoscrivera' la sua quota di aumento di capitale in Pedemontana, per circa 20 milioni. Lo ha riferito i presidente di Milano Serravalle, Marzio Agnoloni, in occasione della presentazione di alcuni dati del secondo Rapporto sul mercato delle Opere pubbliche nelle Province di Milano, Lodi e Monza e Brianza. Per Agnoloni un "segnale forte per la serieta' del progetto" ha detto Agnoloni, che in vista dell'assemblea di Pedemontana di oggi auspica che "aderisca anche Ubi, con la sua quota di 3,7 milioni".

Tags:
expo serravalle







A2A
A2A
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.