A- A+
Milano

Ha falsificato il testamento dell'anziano a cui faceva da badante sottraendo ingenti somme di denaro per mesi, anche dopo la morte dell'uomo. Gli agenti del commissariato milanese di Porta Ticinese hanno arrestato un 43enne albanese, senza fissa dimora, che aveva contraffatto, con la complicita' della sorella, un testamento olografo prelevando denaro dal conto corrente dell'anziano, morto a dicembre. L'arresto e' avvenuto nei giorni scorsi, al termine di indagini che hanno preso il via grazie alla segnalazione di un dipendente dell'istituto bancario dove l'uomo si recava per "continui e frequenti prelievi" di denaro.

L'avvio dell'indagine ha consentito di ricostruire la vicenda che ha avuto inizio nell'ottobre scorso, quando l'albanese lavorava come badante dell'anziano titolare del conto.

Tags:
testamento badante






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.