A- A+
Milano
"Casa nostra donata ai poveri": Feltri sfida Pisapia

Ho una piccola proposta per l'attuale sindaco di Milano. Durante la campagna elettorale, Giuliano Pisapia (già parlamentare di Rifondazione Comunista) pronunciò un discorso memorabile. Disse che l'occupazione delle case da parte di gente che agisce in stato di necessità è un esercizio di legittima difesa. Non è un reato punibile. La dichiarazione fu interpretata come un incoraggiamento a irrompere senza timori negli alloggi di proprietà pubblica, e valse a Pisapia una quantità notevole di voti che gli consentì di battere Letizia Moratti e di insediarsi a Palazzo Marino. Egli oggi non ha mutato opinione e continua a difendere gli occupanti, criticando gli sgomberi.

La sua opinione è l'esatto opposto di quella del segretario della Lega, Matteo Salvini. Non so quale dei due abbia ragione, ma non è questo il punto. Poiché desidero verificare la buona fede e la coerenza del primo cittadino, eccomi pronto a regalare un appartamento a una famiglia di indigenti, ma a una condizione: Pisapia faccia altrettanto, offrendo - ovviamente gratis - casa propria a qualcuno che ne ha urgente bisogno, in modo da evitare ulteriori "espropri proletari.

Se il sindaco buonista vuol dimostrare di essere disposto a passare dalle parole ai fatti, questa è l'occasione propizia. Va da sé che gli atti notarili della cessione dei nostri alloggi - il mio e il suo - debbano avvenire contestualmente e nello stesso studio professionale. Sia chiaro che la proposta è rivolta esclusivamente a Pisapia. Ciascuno dia proporzionalmente alle proprie sostanze. Quelle del sindaco sono di sicuro più importanti delle mie.

Attendo risposta.


La redazione di Affaritaliani.it ha chiesto a Marco Dragone, portavoce del sindaco di Milano, una risposta di Giuliano Pisapia a Vittorio Feltri

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vittorio feltripisapiaalert






A2A
A2A
i blog di affari
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.