A- A+
Milano

 

formigoni conferenza 5

di Fabio Massa

Roberto Formigoni, ex presidente della Regione Lombardia, pidiellino doc, presidente della commissione agricoltura, è uno dei massimi esponenti di Cl nel centrodestra. Ad Affaritaliani.it spiega, sul governo nazionale: "Berlusconi ha in testa che la permanenza del governo è una cosa che fa bene all'Italia. Ha gioito per le decisioni sull'Imu di ieri. Mi sento di dire che è psicologicamente teso alla permanenza di questo governo. Ma ci attendiamo che dall'alleato di governo arrivi la capacità di ascoltare le sue ragioni". La giunta per le elezioni? "Credo che nel Pd si stia aprendo la disponibilità a ragionare sulla base delle osservazioni dei costituzionalisti che hanno preso la parola in questi giorni.  Vedo che l'ipotesi di Violante, ancorché personale, sta acquistando credito"

Poi spiega l'evoluzione di Comunione e Liberazione: "A febbraio di quest'anno alcuni di noi hanno fatto la scelta di Scelta Civica con Mario Mauro. La stragrande maggioranza degli impegnati in politica ha invece confermato la scelta del Pdl. Mario prosegua sulla linea di fondazione in Italia di una filiale del Ppe. E nel 2014 il centrodestra potrebbe andare unito a elezioni". Infine, sulla Lombardia: "Maroni non ha deformigonizzato la Regione perché i dirigenti sono di grande qualità. Il coordinatore della nuova Forza Italia? Deve essere eletto..." L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Presidente Formigoni, se il Pd non vota la decadenza che cosa succede?
Nel Pd vedo diverse posizioni. Non vedo un monolite che dica "decadenza immediata". Credo che si stia aprendo la disponibilità a ragionare sulla base delle osservazioni dei costituzionalisti che hanno preso la parola in questi giorni. Vedo che l'ipotesi di Violante, ancorché personale, sta acquistando credito. Mi sembra che sia ragionevole ipotizzare o quantomeno sperare che questa posizione diventi maggioritaria. Noi non invochiamo una legge diversa per Silvio Berlusconi, ma vorremmo solo una cautela nell'applicare una legge che per i costituzionalisti potrebbe presentare dei profili di incostituzionalità. Quindi si faccia un approfondimento con tutto il tempo necessario.

E se questo non capitasse?
La convivenza diventerebbe molto difficile. Sarebbe una posizione pregiudiziale, quella del Pd. Questo renderebbe estremamente complicate tutte le cose.

Lei era al vertice ad Arcore con Berlusconi. Lui che cosa pensa? Come vede il governo? Pensa che sia stabile o che gli leverà l'appoggio?
Berlusconi sta riflettendo e sta dedicando a questa questione i giorni. A nessuno ha detto che cosa ha in testa. Sta soppesando le varie soluzioni. Spera ardentemente che si crei uno spazio di razionalità nel Pd. Sta ascoltando tutte le nostre visioni. Poi alla fine la soluzione la prenderà lui. Berlusconi ha in testa che la permanenza del governo è una cosa che fa bene all'Italia. Ha gioito per le decisioni sull'Imu di ieri. Mi sento di dire che è psicologicamente teso alla permanenza di questo governo. Ma ci attendiamo che dall'alleato di governo arrivi la capacità di ascoltare le sue ragioni.

A proposito di Imu, in campagna elettorale si era detto che c'era anche la restituzione...
Berlusconi aveva detto "se vinciamo noi restituiamo l'Imu". Non abbiamo vinto, e nel momento della costituzione del governo abbiamo firmato il patto sulla base dell'annullamento dell'Imu. Abbiamo ottenuto l'impegno preso con gli elettori.

Parliamo del Meeting. Il movimento di Cl, nella sua parte politica, dove va?
Cominciamo a dire che il movimento politicamente non prende posizione. Parliamo di noi che facciamo politica, non di Cl. Cl non fa politica, questo è chiaro già da Don Giussani. Detto questo, a febbraio di quest'anno alcuni di noi hanno fatto la scelta di Scelta Civica con Mario Mauro. La stragrande maggioranza degli impegnati in politica ha invece confermato la scelta del Pdl. Non soltanto Formigoni e Lupi, ma la maggior parte dei consiglieri in Lombardia.

Mario Mauro dovrebbe rientrare, secondo lei?
Mario Mauro ha detto allora di aver fatto la scelta di Scelta Civica e l'ha confermata in questi mesi. Ha come punto di riferimento la costruzione del PPE in Italia. Questo è il progetto, che lanciai io stesso insieme ad altri. Secondo me bisogna andare avanti in questa direzione. Però Scelta Civica ha pareri diversi su questo. Monti non sembra orientato in questa direzione. Mi auguro che Mauro sia fedele a questa sua scelta iniziale. Nel 2013 il centrodestra italiano è stato diviso, ma magari nel 2014 tornerà unito. Questo è il mio auspicio.

Provoco su Cl: Scholz e Carron sono "troppo stranieri" per capire la situazione politica italiana.
Ma per carità! Carròn non ha la responsabilità di capire la situazione politica italiana. Carròn è stato incaricato personalmente da don Giussani di guidare il movimento di Comunione e Liberazione. E secondo me lo sta guidando molto bene, con grande intelligenza e autorevolezza. Anche il Papa che abbiamo è argentino, e ne capisce a sufficienza di Italia.

Con Scholz incidente chiuso?
Sono stato amico e sono tuttora amico. Non ci siamo rivisti dopo il Meeting e ci rivedremo presto. Il rapporto continua.

Passiamo alla Lombardia. I direttori generali non sono cambiati se non in minima parte. Sanese è rimasto all'interno con un contratto di consulenza. Possiamo dire che la Lombardia non si è "deformigonizzata"?
I
ndubbiamente una delle cose che ho fatto in questi anni sia stata formare una classe dirigente in Lombardia di altissimo livello. Il merito è mio, di Sanese, delle tante persone che ci hanno affiancato. Noi non abbiamo escluso nessuno. Abbiamo iniziato a lavorare con i dirigenti che ho trovato nel 1995. Molti di loro avevano un'idea politica diversa dalla mia. Molti votavano a sinistra e hanno continuato a votare a sinistra, tranne quando c'era Formigoni in campo. Questa classe dirigente è la migliore d'Italia perché se la Lombardia è la regione migliore d'Italia è merito loro, insieme a Sanese, a Lucchina, al sottoscritto, a tutti quanti. Quindi Maroni ha fatto un gesto di puro buon senso nello scegliere di continuare a usare gran parte di questa straordinaria squadra che ha reso la Lombardia la Regione più efficiente d'Italia.

E i ciellini?
La componente Cl conta pochissimo. Su un centinaio di dirigenti apicali i ciellini saranno il 15-20 per cento. Non di più.

Il presidente del consiglio Raffaele Cattaneo, in un'intervista ad Affaritaliani.it, ha detto che da parte di Mario Mantovani, come segretario Pdl lombardo, ci vorrebbe più inclusione. E' d'accordo?
Io ho sempre auspicato l'inclusione. Questa è sempre stata la mia posizione: ho cercato sempre di fare così quando ho avuto ruoli di guida. Io posso dire che il mio rapporto con Mantovani sta funzionando. Poi è chiaro che in Regione non sempre si ha la stessa posizione. Ma non vedo grandi motivi di contrasto.

Secondo lei i segretari regionali della nuova Forza Italia vanno eletti con congresso o con nomina da Arcore?
Dovranno essere eletti. Io mi sono sempre battuto per questo. La nuova Forza Italia deve avere come leader Berlusconi. Da questo punto di vista chi parla di partito leggero mi fa sorridere. Forza Italia deve essere un partito carismatico: chi mette in discussione la leadership di Berlusconi è pazzo. Ma poi localmente se vogliamo vincere abbiamo bisogno di un partito forte, presente sul territorio, strutturato. E questo deve prevedere un metodo di selezione della classe dirigente che si basa sul merito. Da questo punto di vista l'abolizione del Porcellum ci aiuterà molto.

@FabioAMassa

Tags:
formigoni cav






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.