A- A+
Milano
Riccardo De Corato

di Fabio Massa

Inizia a serpeggiare il malcontento, tra gli ex An. E anche un po' di timore, per i tanti che ricoprono ruoli "politici" nei vari cda, negli enti, nelle istituzioni. Comunque vada - è il senso che viene trasmesso ad Affaritaliani.it dall'interno del neonato partito - sarà un insuccesso. Perché i sondaggi sono impietosi, e pure la campagna elettorale, a parte i soliti "vecchi" leoni come Riccardo De Corato e Ignazio La Russa, non può essere che definita con un aggettivo: dimessa. I sondaggi, dunque: i più ottimisti danno Fratelli d'Italia a un massimo del 2 per cento. I più pessimisti parlano di percentuali zerovirgola. Altro che Alleanza Nazionale, sospira qualcuno. Che si ricorda come un momento lontano, epoca d'oro, i tempi dell'articolo 8 dell'atto costitutivo del Pdl, quello che garantiva una rappresentanza del 30 per cento agli uomini di La Russa. La regola del 70-30 era stata portata avanti tenacemente ovunque: nei cda delle partecipate regionali, nelle liste elettorali, nella spartizione di qualunque cosa fosse legata alla politica. Ecco perché comunque vada sarà un insuccesso. Se vincerà Ambrosoli, in Regione e giù giù fino all'ultimo cda, fino all'ultimo consiglio di nomina politica, cambierà tutto. E se vincerà Maroni, con un uomo forte al comando del Pdl come Mario Mantovani, sarà ugualmente così. Perché in politica contano i voti. Adesso di voti, là a destra, ce ne sono davvero pochi. Ed è scattato il "si salvi chi può"

@FabioAMassa

Tags:
fratelli d'italia alleanza nazionale






A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.