Gabriele Albertini ad Affaritaliani.it: “Lupi? Sarebbe un grande sindaco”

Lunedì, 12 ottobre 2009 - 08:00:00

Gabriele Albertini

di Fabio Massa

Gabriele Albertini, ex sindaco di Milano ed europarlamentare, ha scelto Affaritaliani.it per una intervista a tutto campo e senza peli sulla lingua. La moschea? "E' giusto che decida Maroni, ma non si può dire no tout court". Moratti militante leghista? "No, semplicemente ha deciso di marcare la sua appartenenza piuttosto che la sua autonomia". Il Pgt? "Noi l'abbiamo elaborato, però poi è rimasto fermo per tre anni. Ligresti? Forse si è spazientito..." Il candidato sindaco? "Mi piacerebbe Maroni governatore, Formigoni ministro, Lupi sindaco, Moratti al posto di Tajani e Tajani al posto di Marrazzo"

Partiamo dagli ultimi avvenimenti. La questione della moschea ha spaccato la maggioranza. La Lega dice no. La Moratti dice che deve decidere Maroni.
Il mio pensiero è sovrapponibile come linea a quella dell'attuale amministrazione e a quella del Ministero degli Interni. Prima di fare delle scelte cittadine localista senza un quadro d'insieme gestito con una legge nazionale che regoli l'intero settore, mi sembrerebbe velleitario e anche pericoloso fare di testa propria. L'integrazione va senz'altro praticata, ma va fatto con la sensibilità necessaria affinché tensioni e paure non emergano. Ritengo molto appropriato quello che si è deciso, ovvero di aspettare le indicazioni di Maroni. E poi c'è anche la politica estera da considerare. Il principio di reciprocità: costruire una chiesa negli Emirati Arabi è praticamente impossibile...

Cosa ne pensa della posizione della Lega? Dicono no tout court.
No, nessuna moschea astrattamente, come fosse un blocco, dico che non è una posizione giusta. Sono sulla posizione del ministro degli Interni della Lega, che ha già detto quello che doveva dire. Ovvero che la libertà di culto è un diritto, ma che anche la sicurezza deve essere difesa.

moratti

Brandirali ha detto che la Moratti è sempre più schiava della Lega.
Conosco Brandirali da anni. E' una persona che ricordo con grande stima e simpatia. A volte la sua passione civile è traboccante e la sua emotività prende il sopravvento. E' il suo temperamento. Ha sintetizzato in una frase quella che può sembrare una militanza.

Moratti militante leghista?
No, una militanza nella propria area di appartenenza. Mi sembra molto sintonizzata con i partiti della sua maggioranza. Ha marcato, in questi ultimi tempi, più la sua appartenenza che la sua autonomia, come ha voluto fare in una prima fase. Per esempio, costituendo una sua lista civica che - ad onor del vero - non è stata molto brillante a livello elettorale malgrado il grande impegno anche economico. Ecco, in quel momento ha iniziato a voler marcare la propria autonomia. Cosa che adesso sembra non essere più, in questa seconda fase del suo mandato.

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA