A- A+
Milano

 

 

giulio gallera pdl 500

di Fabio Massa

 

C'è chi lo definisce un malpancista, Giulio Gallera. Consigliere regionale del Pdl, coordinatore cittadino degli azzurri, in un'intervista ad Affaritaliani.it lancia un durissimo j'accuse contro i vertici del partito e - implicitamente - contro il segretario regionale Mario Mantovani: "Ci sono intere partite nelle quali noi del Pdl non siamo protagonisti. Non tocchiamo palla sulla sanità, sui trasporti, sul commercio. C'è un grave scollamento tra giunta e gruppo consigliare. I rapporti sono inesistenti". La raccolta firme contro il co-capogruppo Pedrazzini? "Nei prossimi giorni la riflessione arriverà al gruppo consigliare. Ma non è un problema di uomini". L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

LA DICHIARAZIONE DI DI STEFANO CARUGO (PDL)

"Almeno per quanto riguarda la sanità, vorrei dire che stiamo lavorando, e bene, in completa collaborazione con l'assessore Mario Mantovani. E' sotto gli occhi di tutti il nostro sforzo per riformare la sanità lombarda per confermarla ad alti livelli di eccellenza"

Consigliere Gallera, lei è dipinto come uno dei malpancisti del Pdl...
Guardi, mettiamola così. Ci sono intere partite nelle quali non siamo protagonisti, dal tema della sanità alla fusione di Trenord, dai trasporti al commercio. Manca protagonismo nel Popolo della Libertà. Poi devo dire che c'è un grave scollamento tra la delegazione di giunta e il gruppo consigliare. I rapporti sono inesistenti, le delibere vengono viste dal gruppo una volta approvate dalla giunta. E questo avviene sempre, a partire della riforma del commercio. C'è bisogno di un cambio di passo.

La sua sembra una critica a Mantovani.
E' chiaro che c'è un problema complessivo, che investe tutti i nostri assessori. Chi ha maggiori responsabilità dovrebbe essere più attento e attivo nel fare in modo che tutte le energie positive dei 19 qualificatissimi consiglieri regionali possano essere covogliate per lavorare a fianco degli assessori. L'obiettivo è che le nostre proposte siano condivise e di valore. Non dobbiamo rincorrere sempre i nostri alleati, come invece stiamo facendo.

Si dice che stiate raccogliendo le firme per sfiduciare il co-capogruppo Pedrazzini, mantovaniano doc.
Io dico che c'è un problema, dopo sei mesi: dobbiamo rendere più efficace e produttivo il nostro ruolo. A maggior ragione oggi di fronte al quadro nazionale, nel quale sempre di più il Pdl dovrà caratterizzarsi come una forza liberale che riesce a migliorare la qualità della vita di imprenditori e commercianti. I voti dovremo prenderli non solo con la figura dei nostri leader, ma perché i cittadini ci riconoscono una grande capacità.

Torno sul punto. La mozione di sfiducia a Pedrazzini va avanti o no?
Io penso che nei prossimi giorni la riflessione su un cambio di passo verrà portata nel gruppo consigliare. Non è un problema di uomini, questo ci tengo a dirlo.

A Roma si discute di fare un gruppo autonomo. Potrebbe avvenire anche in Lombardia?
Ad oggi non mi sembra che ci siano in Regione Lombardia esponenti che stanno lavorando per fare un altro gruppo. Invece c'è la volontà di molti di fare in modo che Fi parta dal basso, che coinvolga i militanti e selezioni i dirigenti con elezioni interne. E che ponga gli eletti al centro dell'azione politica. Io sono tra quelli che sta lavorando con forza in questa direzione. Queste sono le parole che ha detto Alfano alla riunione che abbiamo organizzato, sventolando le bandiere di Forza Italia.

Ci potrebbero essere strappi, a breve?
Io lavoro perché ci sia un partito unito che metta al centro l'attività amministrativa. E non invece che usi toni sempre da barricaderi, da battaglie all'ultimo sangue come abbiamo sentito nelle ultime settimane.

Lei è una colomba?
Sicuramente. Ho condiviso la necessità di rimanere al governo e ho applaudito la capacità di Silvio Berlusconi di tornare sulle proprie posizioni.

@FabioAMassa

Tags:
gallera pdl






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.