A- A+
Milano

 

stefano bruno galli

di Fabio Massa

Stefano Bruno Galli, capogruppo della Lista Civica per Maroni Presidente, in un'intervista ad Affaritaliani.it si scaglia duramente contro il M5S: "Irresponsabili, disonesti moralmente e intellettualmente, sleali. Pubblicano i redditi ma non li spiegano. Abbandonano il tavolo di trattativa che avrebbe ridotto e non alzato i compensi. Non ci si comporta così". Poi sulla mancanza di una rappresentatività della Lista Civica nel governo regionale, stoppa le polemiche: "I sottosegretari li sceglie Maroni. Noi non abbiamo niente a che fare con la Lega: al massimo siamo cugini. Per quanto ci riguarda, dobbiamo imparare prima di avere posti di governo. Nessuno nasce imparato. E' naturale che siamo sottorappresentati"

Capogruppo Galli, come sta andando l'avventura regionale?
Sta andando bene. Fermo restando che per via dell'elezione del presidente della Repubblica e dei due ponti non abbiamo fatto molti consigli. Detto questo, il dibattito c'è ed è effervescente. La sensazione è di una macchina che sta prendendo velocità.

Come giudica il fatto che il 5 Stelle abbia abbandonato la commissione per la riduzione dei costi della politica?
Sono dei veri irresponsabili. Il senso delle istituzioni non riguarda solo il presidente della giunta o gli assessori o il presidente del consiglio. Il senso delle istituzioni devono averlo tutti...

Ma è vero che vi stavate ritoccando lo stipendio verso l'alto?
No, assolutamente no. E su questo apriamo una parentesi.

Apriamola.
Dobbiamo dire la verità, cosa che non sta facendo il M5S. A che gioco stiamo giocando? Non ho niente in contrario sul fatto che abbiano pubblicato online le nostre retribuzioni. Però sarebbe da dire che nella cifra pubblicata, circa 16mila euro, sono comprese cose che non sono state dette.

Per esempio?
Non hanno specificato che sono riferite a più di un mese, non hanno detto che c'è un gruppo di lavoro che sta lavorando per ridurre le retribuzioni, non hanno detto che la prima proposta di taglio l'ho presentata io e comporta la completa soppressione dei rimborsi ai gruppi consigliari. Sono disonesti moralmente e intellettualmente. C'è stato da parte del M5S un comportamento sleale, che mistifica la realtà per mettere l'opinione pubblica contro la classe politica. E' questo il rispetto che si deve alle istituzioni? Lo dico da politologo: è molto grave questa cosa, e fa il paio con l'assenza di responsabilità politica nell'abbandono del tavolo.

Parliamo di Lega Nord. Si dice che ci siano delle tensioni...
Sulla Lega Nord non dico niente. Essendo io il capogruppo di una compagine che non è la Lega, non posso esprimermi. La Lista Civica Maroni Presidente non ha niente a che fare con la Lega. Al massimo abbiamo un rapporto di cuginanza.

I rapporti tra Lista Civica e Lega come sono?
Eccellenti. Ma non commento quel che succede in casa d'altri.

Parliamo di sottosegretari. Ne sono stati nominati due, uno in quota Lega e uno in quota Pdl.
Per ora ne ha nominati due, magari in futuro ha intenzione di nominarne altri. Il sottosegretario ha un rapporto fiduciario con il presidente, quindi lui è libero di nominare chi vuole. A me piace il fatto che Maroni non abbia usato il manuale Cencelli...

Nel senso che non vi ha incluso?
Esatto. Non ci ha incluso proprio perché non ha usato il manuale Cencelli.

Ma non c'è malumore nella Civica?
Assolutamente no. La Civica gioca il suo ruolo. Proprio l'idea di lista civica, con tutta una serie di persone che avevano un ruolo in seno alla società civile e hanno deciso di candidarsi perché era giunto il momento di dare il proprio contributo allo sviluppo della Regione, necessita una fase di rodaggio. Quel che voglio dire è che nella prima metà della legislatura la Lista Civica fa un investimento forte nelle sedute dell'aula consigliare piuttosto e nelle sedute di commissioni. Prima impariamo, con tutta la buona volontà. Di malessere per un posto di governo non ne accetto. Nessuno nasce imparato e fa l'assessore o il sottosegretario. Prima si inizia ad avere un po' di dimistichezza con il dibattito politico, e poi si evolve.

Ma siete sottorappresentati.
E' più che naturale che sia così. Abbiamo bisogno di rodaggio e di acquisire esperienza. Non potete trattare la Lista Civica come i partiti strutturati.

@FabioAMassa

Tags:
galli maroni







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.