A- A+
Milano

 

guardia finanza

La Guardia di Finanza di Bergamo ha scoperto una truffa in danno della Regione Lombardia ad opera di una clinica dentale accreditata al Servizio Sanitario Regionale. Per ottenere indebitamente maggiori rimborsi dall'Asl, il rappresentante legale e il responsabile dell'area odontoiatrica della societa' proponevano ai pazienti prestazioni eccessive e inutili e rendicontavano alla Regione prestazioni in realta' mai rese, compilando piani di trattamento diversi rispetto alle prestazioni erogate.

Su ordine del Giudice del Tribunale di Bergamo Alberto Viti, i finanzieri hanno bloccato i conti correnti della societa' e degli indagati e apposto i sigilli alla clinica. I due responsabili sono stati denunciati per truffa aggravata ai danni della Regione mentre sara' imputata alla societa', che annualmente riceve un rimborso dall'Asl di oltre 170.000 euro, la responsabilita' amministrativa degli enti. L'attivita' investigativa, che sinora ha riguardato circa il 10% dei pazienti seguiti in regime di Servizio Sanitario Regionale, proseguira' con lo scopo di quantificare l'importo complessivo della truffa.

Tags:
gdf bergamo







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.