A- A+
Milano

di Fabio Massa

ALER MON AMOUR-1/ Saranno cinque le Agenzie Lombarde per l'Edilizia Residenziale (Aler). Così, non ha vinto Maroni, che ne voleva una sola. Ma neanche il Pdl, che ne voleva 7. Dicono che la via aurea sta nel mezzo. Sicuramente la decisione, come può riferire Affaritaliani.it, soddisfa un po' tutti. Ma non risolve il problema, che si chiama Aler Milano.

ALER MON AMOUR-2/ Sarà la crisi, sarà quel che sarà. Ma a farne le spese, per primi, sono sempre i più deboli. Così Aler Milano ha deciso di lasciare a casa, in alcuni casi dopo 36 mesi di onorato servizio, quattro contratti di lavoratori delle categorie protette. I sindacati, secondo quanto può riferire Affari, insorgono: "I tre lavoratori hanno lavorato con contratti a tempo determinato (con proroghe e rinnovi) per 36 mesi già scaduti ottobre 2013 e un lavoratore maturerà il 4 Novembre i 28 mesi, riservata ogni valutazione circa l’esame degli eventuali vizi formali dei contratti a termine. L’ALER di Milano ha assunto i suddetti lavoratori per esigenze ordinarie e permanenti, e non temporanee. I 4 lavoratori sono anche considerati categorie protette con i relativi obblighi della citata normativa. Il mancato rinnovo del contratto causerebbe disservizi e disagi nei settori di competenza, dove per ben 36 mesi hanno esercitato mansioni per garantire servizi all’utenza a fronte della professionalità ad oggi acqusita". Un problema sul tavolo del neodg Raffaele Tiscar. Uno di più, si intende.

@FabioAMassa

Tags:
grandi manovre







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.