A- A+
Heroes. Dove sono finiti gli idoli
Milan, Van Bommel dopo il ritiro è alla ricerca di nuovi... Van Bommel
Mark Van Bommel

Ex centrocampista ugualmente capace di interdire il gioco avversario e di costruire quello della sua squadra, oggi lavora su due fronti, ma con un obiettivo comune: far crescere giocatori che possano, almeno in parte, ripercorrere le sue orme.

Ha vestito la maglia rossonera soltanto per una stagione e mezza, eppure i tifosi lo ricordano ancora con grande affetto. La stima dei milanisti è legata all'indiscutibile grinta che l'olandese di ferro ha sempre messo in ogni partita ed anche al suo impatto, più che positivo, sulle sorti del club: preso a costo zero, dopo essere stato liberato dal Bayern Monaco, col Milan ha vinto uno Scudetto (l'ultimo finora conquistato dal club) e la Supercoppa italiana, nel derby contro l'Inter a Pechino.

Mark van Bommel, classe '77, era un centrocampista centrale capace di unire una forza fisica da autentico mastino ad una visione di gioco sopraffina, degna dei migliori registi. Leader naturale, è stato il capitano della nazionale olandese (con cui ha giocato due mondiali ed un europeo) ed anche del Bayern Monaco, primo straniero della storia ad indossare la fascia dei bavaresi.

Medaglia d'argento ai mondiali 2010, dopo la finale persa con la Spagna, nel suo palmarès ci sono trofei da vendere: dalla Champions League vinta col Barcellona ai campionati nazionali conquistati in Olanda (PSV), Spagna (Barça), Germania (Bayern) e Italia (Milan). Negli azulgrana ha brevemente incrociato la strada di Demetrio Albertini, che vi ha chiuso la carriera nel 2005, ed è proprio in suo onore che, arrivato a Milanello, van Bommel ha chiesto ed ottenuto la maglia numero 4.

gyi0060801273Mark Van BommelGuarda la gallery

Dal 2001 è sposato con Andra, figlia di Bert van Marwijk, che era stato il suo allenatore nel Fortuna Sittard, il club dove ha cominciato la carriera da professionista, nonché c.t. della nazionale olandese. Dal loro matrimonio sono nati i figli Thomas, Ruben e Renee.

Nato a Maasbracht, dove ha mosso i primi passi con la maglia dell'RKVV, è stato il terzo esordiente più giovane nella storia della Eredivisie, debuttandovi 23 giorni dopo aver compiuto 16 anni. Al Milan è arrivato che ne aveva quasi 34, lontano dalla sua forma migliore, ma, come abbiamo visto, ancora perfettamente in grado di fare un figurone contro qualunque avversario.

Cosa è successo, dopo? Per sapere tutto, clicca QUI

Tags:
mark van bommel
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Novità su NPL immobiliari. "Valore Condiviso" ridà valore ai crediti
Paolo Brambilla - Trendiest
Governo, asse a sinistra: ma i lavoratori vengono cannoneggiati
Giampaolo Giorgio Berni Ferretti presenta il suo libro MILANOVENTUNOPUNTOZERO
Paolo Brambilla - Trendiest


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.