A- A+
Milano

Una missiva al sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, e al consiglio comunale per manifestare "contrarieta' alle misure" di Bilancio individuate. I sindacati milanesi sono tornati oggi ad intervenire sul documento contabile che si sta sviluppando a Palazzo Marino, ponendosi ancora in una posizione contraria dopo che forti perplessita' erano state avanzate in occasione di un incontro tra parti sociali e l'assessore Francesca Balzani.

Secondo i segretari di Cgil, Cisl e Uil di Milano, le misure "penalizzano i redditi medio bassi" e, sottolineando la mancanza di un vero confronto con le parti sociali, i sindacati hanno evidenziato nove punti su cui occorrerebbe intervenire. Tra questi, il potenziamento della lotta all'evasione fiscale, introduzione dell'Isee istantanea, valutazione dei provvedimenti gia' assunti per Atm, valorizzazione di tutte le proprieta' comunali dismesse o inutilizzate, valutazione sul ruolo di tutte le societa' partecipate, applicazione dell'Accordo sottoscritto sulle politiche della casa tra i sindacati degli inquilini e le organizzazioni sindacali confederali.

Tags:
sindacati pisapia







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.