A- A+
Milano
Ice Bucket Challenge, alle associazioni italiane quasi un milione di euro

Un indotto significativo prima di tutto a livello di raccolta fondi. A una settimana dal lancio in Italia della campagna mediatica Ice Bucket Challenge, proviamo a tirare qualche somma.

Sono stati superati 960 mila euro di donazioni effettuate all’Aisla, associazione di maggiore riferimento per la campagna, che punta ad arrivare al milione di euro entro il 21 settembre, giornata nazionale contro la Sla. Ma anche altre tra le principali realtà che si occupano di sclerosi laterale amiotrofica, sia dal punto di vista dell’assistenza come Viva la vita onlus sia più dal versante ricerca come la Fondazione Vialli e Mauro, registrano un incremento di donazioni, anche se di molto minore (sotto i 20 mila euro). La Fondazione Arisla si dice ancora impreparata a fornire bilanci.

Intanto una cosa è certa: si parla molto di Sla e di disabilità. Non è chiaro “come” stiano passando le informazioni reali sulla malattia, comunque già il fatto che se ne parli è ritenuto un terreno preparatorio sul quale, forse, potrebbe essere utile impostare un campagna di conoscenza. Ma per le associazioni non è tanto importante che la gente, in generale, sappia cos’è la Sla e sappia magari distinguerla da un'altra patologia come la sclerosi multipla: l’aspetto più significativo è che le istituzioni, con le quali le associazioni si trovano nel quotidiano “a combattere”, a seguito di battaglie mediatiche come queste siano più ricettive e disponibili. Una dimostrazione in questo senso viene proprio oggi dal Lazio.

L’ingente raccolta legata all’Ice Bucket Challenge – che negli Stati Uniti ha fatto finora raccogliere all’Als Association quasi 95 milioni di dollari – accende anche un’altra questione, sollevata da Viva la vita onlus: “Quando si raccolgono e girano così tanti soldi, è normale che le associazioni, che sono soggetti privati, gestiscano la raccolta? O forse sarebbe meglio creare percorsi di raccolta pubblici? Secondo noi i fondi per la ricerca dovrebbero essere gestiti e controllati dallo Stato, invece oggi dov’è il controllo?”

da redattoresociale.it

Tags:
ice bucket







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.