A- A+
Milano

 

podestà

Dopo il successo dello scorso anno, a Ferragosto l'Idroscalo ospiterà la "Giornata della Restituzione". L'iniziativa, alla quale prenderà parte il presidente Guido Podestà, rientra nel quadro della consolidata collaborazione tra la Provincia di Milano e il Provveditorato dell'Amministrazione penitenziaria Lombardia, finalizzata al reinserimento nella società delle persone in stato detentivo. Nell'occasione, 135 detenuti - più del doppio rispetto a quelli che vi parteciparono nel 2012 - si impegneranno a pulire alcune aree del Parco per poi trascorrere fino alle 17 (prima di rientrare in Istituto) un pomeriggio insieme con le famiglie, gli educatori e gli operatori. All'evento, oltre alla casa di reclusione di Bollate, hanno aderito anche quelle di San Vittore, Opera e Monza. Nella mattinata i detenuti saranno, coså, impegnati in attività di manutenzione dell'area adiacente al "Laghetto delle Vergini". A mezzogiorno si ritroveranno poi con mogli e figli; con loro potranno trascorrere un pomeriggio di svago nelle acque del "Mare dei milanesi" e gustare il pranzo preparato dall'associazione "Giacche Verdi". "Anche quest'anno, la "Giornata della restituzione" consentirà a chi ha commesso atti contrari alla legge di riabilitarsi con semplici ma significative azioni a favore della società - ha dichiarato il presidente Podestà -. L'aspetto più gratificante della seconda edizione è, senz'altro, l'adesione di altri istituti penitenziari della Lombardia. Carceri, come Bollate, capaci di promuovere progetti innovativi per integrare gradualmente nella comunità chi sceglie la strada della legalità. A Ferragosto lanceremo, dunque, un messaggio chiaro: la detenzione non può prevedere solo un aspetto afflittivo ma anche dei momenti di partecipazione sociale utili alla vita della collettività. Tale principio è sinora risultato alla base dell'azione condotta da Palazzo Isimbardi. Basti pensare alla creazione di un asilo nido aziendale a Opera, destinato ai figli degli agenti della Polizia penitenziaria e degli altri operatori, o all'Istituto a custodia attenuata, nel quale tante donne possono scontare la pena insieme con i propri bambini". Previsto anche uno spazio dedicato all'arte con la mostra di pitture e di sculture realizzate, in collaborazione con l'Accademia di Brera, dai laboratori artistici delle carceri e l'installazione interattiva, dal titolo "Il muro del sorriso", donata dall'artista Caterina Borruso all'Amministrazione penitenziaria. Si tratta di una reinterpretazione del "Muro del pianto", che rievoca la forza e l'importanza del sogno per intraprendere un percorso di risocializzazione. I visitatori potranno sperimentare personalmente alcune tecniche pittoriche con il docente di Brera che, solitamente, opera con i carcerati.

Tags:
idroscalo podestà







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.