A- A+
Milano
davidecorritorep

di Fabio Massa

CORRITORE CORRE ANCORA/ Il bando per la selezione del nuovo direttore generale del Comune di Milano è in itinere. Si vagliano candidature, alcune davvero eccellenti, si spulciano nomi. Alla fine la decisione finale sarà in carico al sindaco di Milano, che così concluderà una fase di grandi cambiamenti all'interno del governo della città. E Davide Corritore? Non smetterà di dare il proprio contributo alla città di Milano. Pare infatti che nell'ambito della riorganizzazione, il sindaco stia pensando di separare in modo più chiaro le due funzioni principali del direttore generale. Da una parte, infatti, il dg opera sul piano organizzativo: gestisce la più grande azienda di Milano, con migliaia di dipendenti in molte sedi, che svolgono tantissimi servizi.  Dall'altra, deve partecipare in maniera attiva alle più importanti operazioni finanziarie: il caso di tutte le partecipate e delle operazioni di finanzia straordinaria ne è un esempio. Adesso, allo studio ci sarebbe la creazione di una sorta di "chief financial officer" (Cfo), una poltrona sulla quale si siederà Davide Corritore. Anche perché il sindaco ritiene poco conveniente che entrambe le "teste" delle più importanti azioni economiche, Tabacci e Corritore, mollino la plancia di comando. Ad ogni modo, la vicenda della direzione generale si concluderà - secondo fonti di Affari - entro la prossima settimana. La scelta dovrebbe cadere, visto il nuovo incarico di Corritore, su un manager dall'impronta più gestionale che finanziaria. In ogni caso, sarà una persona lontana dai partiti.

Daniela Benelli Sel

LA LETTERA E IL DECENTRAMENTO/ Arrigoni, Sacristani, Ugliano, Tellini, Uguccioni, Villa, Bigatti, Rabaiotti, Zambelli. E' con questa "formazione" a nove che è stata firmata una lettera all'indirizzo di Giuliano Pisapia e di Daniela Benelli, assessore al Decentramento. Il casus belli è quello della vicenda della Direzione centrale Verde, che avrebbe dovuto trasferire alcuni funzionari dal centro alle zone. Le zone approntano uffici "in vista di tale annunciato trasferimento". Il problema è che "recenti incontro con la Direzione Centrale Verde non hanno portato significative prospettive di coerente attuazione delle attribuzioni sul verde, ma anzi hanno evidenziato tute le difficoltà e i blocchi da parte della struttura centrale". Insomma, va bene il decentramento, ma se i funzionari dicono no, è difficile applicarlo.

IL TREDICESIMO ASSESSORE/ Il rimpasto si è concluso? Forse sì, forse no. Secondo rumors, la partita adesso è sui consiglieri del sindaco su singoli temi, che dovrebbero essere nominati tra oggi e domani. Attualmente, le deleghe alle politiche per i giovani sono state trattenute da Pisapia, il quale ha delegato i giovanissimi Alessandro Capelli e Valentina La Terza alla funzione. Tuttavia, sono gli stessi interessati a riconoscere che, senza un assessorato di riferimento, il loro lavoro rischia di essere vano. Pertanto, parti del PD, Arci ed altre realtà molto considerate da Pisapia stanno spingendo per la sorta di un "tredicesimo assessorato" sui generis che sarebbe composto da volontari, in quanto la legge non permette di andare oltre i dodici. Tra i possibili componenti di questo gruppo ci sono persone con esperienza nel campo specifico quali potrebbero essere Silvia Bartellini, Lorenzo Zacchetti, Franco Bomprezzi o Fulvio Scaparro.

@FabioAMassa

Tags:
corritore pisapia







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.