A- A+
Milano

di Fabio Massa

Ancora un buco. La cifra è di... 140 milioni di euro! Ma torniamo indietro, e riavvolgiamo il filo della memoria. Era il 2011 e Letizia Moratti aveva appena perso le elezioni. Pisapia sindaco, dunque. L'ex presidente della Rai dichiara: "Lascio un 2011 in attivo per 48 milioni di euro". Ma il primo cittadino arancione dichiara di aver scoperto che il buco è di 186 milioni. E' il 24 gennaio e Pisapia "urla": "Moratti ha mentito". Passa un anno e si vendono un po' di gioielli (per esempio, Sea). Al 15 di febbraio un po' di titoli di giornali rivelano che c'è "un disavanzo nella spesa corrente di 580 milioni di euro". La colpa? Del governo che taglia i contributi, del mancato introito delle tasse sulla casa, etc etc. Passa un altro anno: siamo nel 2013. A ottobre 2013 (giacché il bilancio di previsione arriva incredibilmente a fine anno), altro titolo di giornale: "Bilancio, si parte da un disavanzo di 489,5". L'assessore Balzani, che nel frattempo ha preso il posto di Tabacci, spiega: "I comuni stanno facendo tutto da soli". Nel frattempo, era aumentato il biglietto del tram, e pure gli abbonamenti Atm. Passano pochi mesi, ed eccoci a 140 milioni di euro di buco, nonostante la mini-Imu etc etc. Eppure, in colloqui riservati, l'ex assessore al Bilancio Tabacci si vanta senza mezze misure - secondo quanto può riferire Affari - che lui, i conti, li ha lasciati in ordine. Esattamente come si vantava la Moratti. Esattamente come - prevediamo - si vanterà la Balzani tra qualche anno, alla fine del suo mandato. Salvo poi che chi arriverà dopo scoprirà nuove voragini. Che purtroppo somigliano dolorosamente a tante foglie di fico.

@FabioAMassa

Tags:
buchi fico







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.