A- A+
Milano
panettone ape piccola
 
 

Anche il panettone 'fa le prove' per Expo. Così le cake designer Cristian Marabelli e Cristina Interlandi hanno realizzato un dolce tradizionale artigianale da 3 kg "intrappolato" all'interno del Padiglione Italia. La presentazione dell'opera stamani in occasione dell'incontro "Panettone Tipico della Tradizione Artigiana Milanese" in Camera di commercio. Nel panettone realizzato pensando ad Expo vengono ripresi colori che richiamano la natura: verde delle piante, marrone della terra e azzurro del cielo. Il padiglione è stato ricostruito "in zucchero artistico e pasta di zucchero, due elementi diversi che si contrappongono come spessore per ricreare la struttura architettonica. Davanti appaiono due grandi vetrate ad angolo in zucchero colato con effetto trasparenza, da cui si vede all'interno il panettone. Sul retro su una superficie in pasta di zucchero in colore azzurro le bandiere di 139 paesi partecipanti all'Expo. Sotto un piano verde, bordato di marrone".

Venti milioni per il panettone a Milano città, trenta a Roma, otto a Napoli, mezzo miliardo in Italia: sono i consumi previsti per il dolce tipico di Natale. Una passione non solo per i milanesi come mostrano i dati: a Milano si consuma più panettone che in Italia (84% delle famiglie contro 79% a Roma, 70% a Napoli, 78% in Italia), in maggiore quantità (3,2% ne consuma da 6 a 10 all'anno, contro 2,8% a Roma, 1,6% a Napoli, 2,6% in Italia). Per più milanesi che italiani il panettone è un dolce per tutto l'anno (15,6% contro 10% di Roma, 11% di Napoli, 12,2% in Italia). Per più milanesi il panettone deve essere artigianale (27% contro 25% di Roma, 13% di Napoli, 22% in Italia). Per l'80% dei milanesi il consumo di panettone non si riduce, anche in questo Milano ha un dato più elevato di Roma e Napoli, dove la spesa si contrae per uno su quattro. È simbolo di Milano per il 93% dei milanesi e per tre italiani su quattro. Potrebbe essere il simbolo della Milano di Expo per il 74,1% dei milanesi e il 63,6% degli italiani. Emerge da un'indagine realizzata a novembre-dicembre 2013 dalla Camera di commercio di Milano attraverso Digicamere su 801 italiani, dai 18 anni in su, di cui 267 residenti a Milano, 267 a Napoli e 267 a Roma, con metodo CATI. Sono oltre 200 i pasticceri e i panettieri che hanno aderito all'iniziativa a Milano e provincia che hanno esposto la vetrofania con il logo in vetrina. Su un totale di 1785 che si trovano sul territorio secondo i dati del Servizio Studi della Camera di commercio 2013, un settore in lieve crescita (erano 1772 lo scorso anno). Il loro panettone è un prodotto fresco, senza conservanti e artigianale. Il marchio "panettone tipico della tradizione artigianale milanese" è depositato presso l'Ufficio Brevetti della Camera di commercio di Milano. Una iniziativa promossa dalla Camera di commercio di Milano, dal Comitato dei Maestri Pasticceri Milanesi, dalle Associazioni dei pasticceri, dei panificatori, degli artigiani e dei consumatori. Che cosa distingue il panettone artigianale milanese? Viene realizzato secondo un regolamento tecnico con determinati ingredienti, nelle proporzioni stabilite e seguendo le tecniche della lavorazione artigianale. "È un'iniziativa che si gioca sulla qualità e sull'identità - ha commentato Alfredo Zini, consigliere Camera di commercio di Milano e vice presidente vicario di Epam - Confcommercio Milano -. Partiamo dalle migliori tradizioni per dare valore alla qualità dei nostri prodotti in un momento importante per i consumi come il Natale. Il panettone oramai si trova sulle tavole dei consumatori tutto l'anno. È uno dei marchi più riconoscibili della nostra città e simbolo anche per Expo 2015". "È un compito prezioso - ha dichiarato Marco Accornero, consigliere della Camera di commercio di Milano e segretario generale dell'Unione Artigiani della Provincia di Milano - quello che cibi simbolo come il panettone svolgono: un ruolo di aggregazione di una comunità intorno ai suoi valori storici. Ancora oggi sono prodotti in modo artigianale con l'accuratezza, la sapienza, gli ingredienti nostrani e il buongusto di una volta". "Con questo marchio tuteliamo e promuoviamo un prodotto portatore dell'immagine e del gusto di Milano nel mondo - ha dichiarato Pietro Restelli, presidente Associazione Panificatori Milano, Monza Brianza e province (Confcommercio Milano), - grazie alle sapienti lavorazioni artigianali dei nostri laboratori dolciari". "Nell'era della globalizzazione, soprattutto in occasione delle feste più tradizionali - ha commentato Jacopo Brioschi - responsabile categorie APA Confartigianato Imprese Milano, Monza e Brianza - occorre riscoprire lavorazioni e sapori antichi come fattore di appartenenza alla realtà in cui viviamo e al nostro territorio affidandoci alla qualità dei nostri prodotti artigianali". Il panettone conquista anche gli stranieri: più della metà delle citazioni online nel mondo vengono infatti non dall'Italia ma dall'estero (52,8%). Si parla di panettone 500 volte al giorno (in tutto il mese di novembre). Primo dolce di Natale internazionale al taglio, supera con 16mila commenti il Pudding inglese e il tedesco Stollen con circa 10mila citazioni. Viene superato dai colorati Candy canes (29.457). In Europa panettone (4867 citazioni) e pandoro insieme con 6062 citazioni online sui dolci delle feste in un mese battono il tedesco Stollen con 5640, l'inglese Chistmas pudding con 4956. Sono i risultati di un'analisi dell'Osservatorio Voices from the blogs dell'Università degli Studi di Milano (voicesfromtheblogs.com) su circa 50mila commenti in Rete analizzati dal primo novembre al primo dicembre.

Tags:
panettone expo







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.