A- A+
Milano

di Fabio Massa

Alla fine, i soldi sono sempre un problema. Anche quando si parla di politica. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it è già scontro al calor bianco tra nuova Forza Italia e Nuovo Centrodestra. Oggi i consiglieri ex Pdl si sono ritrovati al Pirellone. Ed è arrivata subito  la doccia fredda per i ciellini: la maggioranza ha deciso che Forza Italia sarà il nuovo nome dell'ex Pdl. Sembra un bizantinismo, ma non lo è. Sotto questa strategia c'è la polpa vera: i soldi, appunto.

Cambiando infatti la denominazione e non formando due gruppi nuovi, come avrebbero voluto il capogruppo uscente Mauro Parolini e il presidente del consiglio Raffaele Cattaneo, i "resti" rimangono a Forza Italia e non vengono divisi. I "resti" sono le parti di budget non spese, che quindi sono entrate nel patrimonio del gruppo. Non sono pochi soldi, visto che ammontano a 561mila euro. A questo punto, Parolini può rifiutarsi di convocare il gruppo per domani. Ma sarebbe già pronta la strategia: i 10 consiglieri forzisti possono convocare ugualmente la riunione e sancire la nuova denominazione.

Altro problema sul piatto è quello dello spoil system. Anche in questo senso la Lega Nord riceverà dai forzisti indicazioni ben chiare, in vista delle nuove nomine. Di certo non a favore dei ciellini del Nuovo Centrodestra.

@FabioAMassa

Tags:
pdl inside







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.