A- A+
Milano

Incendio in una palazzina a Casorezzo in via Daverio. Circa 20 persone sfollate. All'interno rinvenute 2 persone decedute. 2 donne in codice verde all'ospedale magenta. Sul posto un'automedica e 2 ambulanze oltre a 115 e 112

Luigi Ciavarella, 70 anni, era in compagnia di una sudamericana di 30 anni, senza fissa dimora quando, probabilmente a causa di un mozzicone di sigaretta o di un corto circuito all'impianto elettrico, si è sprigionato un incendio che in pochi minuti ha trasformato la tavernetta della villetta in cui viveva in una camera della morte. La stanza, originariamente un garage, era astata trasformata in una tavernetta da quando l'uomo si era separato dalla moglie che invece vive al secondo piano della villetta e che si è salvata.

La villetta di Casorezzo è stata evacuata, mentre fuori si sono radunati i vicini e alcuni parenti della vittima. La donna sarebbe stata identificata come una giovane studentessa senza fissa dimora che da due anni viveva nel paese e che di tanto in tanto incontrava il pensionato. Sui corpi delle vittime verrà eseguita l'autopsia per accertare le cause del decesso.

Tags:
incendio palazzina






A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.