A- A+
Milano
Infrastrutture Lombarde, terremoto al vertice

di Fabio Massa

ROGNONI SI DIMETTE/ Secondo rumors di Affaritaliani.it pare proprio che Antonio Rognoni, direttore generale di Infrastrutture Lombarde, abbia dato le dimissioni. Se ne va così un altro dei fedelissimi di Formigoni, che fino ad oggi ha gestito un "portafoglio" di investimenti che ammonta a quattro miliardi di euro. Rognoni, dopo una parte di carriera in TechInt, alla corte di Gianfelice Rocca, è diventato dg nel 2004. Adesso, pare dopo un audit, avrebbe deciso di rassegnare le dimissioni. Maroni ha così via libera (sempre che Forza Italia non gli metta i bastoni tra le ruote) per imporre un proprio uomo, così come avrebbe voluto fin da maggio dello scorso anno, con l'ascesa di Anna Tavano nel mondo delle infrastrutture regionali. Antonio Rognoni resta però in Cal, dove attualmente è amministratore delegato.

TOH CHI SI RIVEDE/ Per adesso la notizia non è confermata, ma sembra proprio che si sia rivisto in giro Milko Pennisi, l'ex presidente della commissione urbanistica finito nei guai per una mazzetta da 10mila euro. Pare che si occupi di marketing e ticketing in ambito sportivo. Intanto deve ripagare al Comune di Milano 50mila euro: 5 volte tanto la stecca che avrebbe dovuto incassare.

@FabioAMassa

Tags:
milano infrastrutture lombarde






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.