A- A+
Milano

La quinta edizione di Made in Steel – principale evento italiano dedicato alla filiera dell’acciaio – si apre domani, fino al 5 aprile, a Milano, nelle strutture di fieramilanocity. La manifestazione, sin dalla sua nascita, si distingue per l’innovativa formula, conference and exhibition, che unisce sotto lo stesso tetto le possibilità di business garantite dalla presenza di 312 espositori e coespositori nazionali ed internazionali e gli approfondimenti offerti da una ricca agenda di convegni che si terrà durante l’evento. Il tema portante dell’edizione 2013 di Made in Steel sarà Work and Life, un argomento che, come ha spiegato l’a.d. della manifestazione Emanuele Morandi, “coniuga due valori fondamentali, lavoro e vita. Senza acciaio, senza manifattura, senza economia reale non ci può essere futuro per un Paese come il nostro. E abbiamo anche bisogno di dare qualità e senso alla nostra vita: il nostro operare deve essere sostenibile non solo sotto il profilo economico, ma anche quello sociale ed ambientale. La chiave per una ripartenza si basa tutta sulla nostra capacità di fare una lettura nuova della realtà, con una visione alta e di lungo periodo”. Made in Steel si propone come l’unico evento, all’interno del panorama fieristico internazionale, dedicato all’intera filiera dell’acciaio. A testimonianza della volontà di coinvolgere gli operatori del settore, dai produttori siderurgici, ai distributori, alle industrie utilizzatrici di acciaio, la conference and exhibition ha lanciato tre iniziative dedicate a chi impiega i prodotti siderurgici come materia prima per la propria attività produttiva. Con i progetti Building, Transportation, Power & Utilities, Made in Steel approfondirà le tematiche più attuali, le prospettive di sviluppo e le possibilità di crescita e di interazione tra il settore dell’acciaio e le costruzioni, i trasporti e l’energia.

Ciò si incarnerà in specifici convegni e tavole rotonde, tenuti da illustri esponenti di queste realtà produttive, e nella stretta collaborazione con associazioni di categoria quali ANFIA, ANIMA, UCC, AISEM, CICOF, Fondazione Promozione Acciaio, UPIVEB e IPO Steelnetwork. Nel 2012 il consumo apparente di acciaio, in Italia, è sceso del 22% rispetto al 2011. In questo panorama, per la siderurgia nazionale è vitale una sempre maggiore apertura ai mercati esteri. Questo processo, già in atto, nei prossimi anni dovrà subire un’accelerazione ancora maggiore, per far fronte alla crescita di competitività internazionale ed alla stagnazione dei mercati europei. Per questi motivi, Made in Steel ha approntato una serie di attività per favorire l’internazionalizzazione della manifestazione e delle aziende che vi parteciperanno. Saranno infatti presenti, grazie alla collaborazione con l’ Istituto nazionale per il Commercio Estero, una serie di buyer esteri.

Tags:
fiera steel






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.