A- A+
Milano

di Fabio Massa

"Se non ora quando?". Avrà pensato questo tale Fabrizia Giuliani, piazzata nella lista Lombardia 1 al quindicesimo posto, "incastonata" tra Paolo Cova ed Ezio Casati. Appunto. Questo è il momento giusto per entrare in un parlamento che - salvo rivoluzioni elettorali - sarà dominato dal Pd. Così, la scelta del tempo, è quella giustissima. E' il momento giusto per candidarsi. E lei l'ha fatto. O meglio, l'hanno fatto per lei, perché non avendo partecipato alle primarie, è stata "paracadutata" in lista senza consultazione. Il problema, al massimo, è il luogo. Stranamente infatti compare al quindicesimo posto della lista Lombardia 1, per la Camera. In Lombardia chi fosse questa Fabrizia Giuliani, un po', se lo sono chiesto. Affari ha contattato Francesca Zajczyk, ex consigliera comunale del Pd e nel comitato promotore di Se non ora quando di Milano: "I brand diventano molto ambiti, indipendentemente dal contenuto concreto. Io non l'ho mai sentita". Stesso discorso per Arianna Censi: "Se la conosco? No". Marilisa D'Amico: "Mai sentita nominare. Non la conosco". Eppure, nella sua presentazione sui giornali (e su internet) è presentata come "candidata" di Se Non Ora Quando. Il movimento, dopo la pubblicazione delle liste, ha spiegato: "Se non Ora Quando? non esprime e non esprimerà “sue” candidature, nel rispetto dell’autonomia del movimento e della pluralità di culture e orientamenti politici presenti al suo interno". Insomma, nessuno può usare il marchio. Oppure no? Boh. Quante domande: chi è Fabrizia Giuliani? E perché corre a Milano? Sulla seconda domanda, nulla si sa. Sulla prima, invece, pare che sia la moglie dell'ex consigliere regionale del Lazio Claudio Mancini, dalemiano. Che non si ricandiderà.

@FabioAMassa

Tags:
giuliani se non ora quando






A2A
A2A
i blog di affari
Ascolti tv, ciclone Cavallaro al Tg4; bene Uno Mattina Estate e Siria Magri...
Di Klaus Davi
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.