A- A+
Milano
maroni conferenza stampa 500 (10)

di Fabio Massa

Si stanno rimescolando le carte delle nomine in consiglio regionale. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, in via Bellerio c'è davvero molta tensione sull'asse con il Pdl. Il motivo? La segreteria generale del Consiglio Regionale. Si va così a complicare, a pochi giorni dal momento delle decisioni, il puzzle che dovrà definire l'assetto del consiglio lombardo. Durante il lungo regno formigoniano, questa la tesi che circola in casa Lega, a un presidente del consiglio regionale leghista (nell'ultima legislatura, prima Boni e poi Cecchetti), faceva da "contraltare" un segretario regionale nominato in casa Pdl (pur essendo un tecnico, e quindi al di sopra delle parti). Sempre nella logica del passato, al fronte del governatore apparteneva anche il segretario generale, ruolo ricoperto sotto Formigoni da Nicolamaria Sanese, e adesso da Andrea Gibelli, ex vicepresidente della giunta regionale. La motivazione era semplice: in questo modo la compagine di governo poteva avere le leve operative sia nella complicata macchina della Regione Lombardia che in quella del consiglio regionale. Ora, però, pare che le cose debbano cambiare. Secondo il Pdl, infatti, nell'ottica di un rapporto di collaborazione, il segretario del consiglio regionale deve continuare ad essere scelto dagli uomini di Berlusconi. Ma in via Bellerio questa opzione è fortemente sgradita, perché azzererebbe l'influenza della Lega Nord sul consiglio. Ecco perché i più duri del Carroccio già ipotizzano una battaglia molto dura sulla presidenza del consiglio, per la quale in pole position c'è il ciellino Raffaele Cattaneo. La sua nomina, che appariva scontata, oggi non lo è più. La Lega Nord è sulle barricate. E l'obiettivo è di portare a casa o il segretario generale oppure proprio la presidenza dell'aula.

@FabioAMassa

Tags:
lega barricate







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.