A- A+
Milano
La pattuglia dei "milanesi" marcia sulla segreteria di Renzi

di Fabio Massa

Renzi sta per varare la nuova segreteria. Nella quale, secondo rumors, potrebbe esserci una massiccia pattuglia "milanese". L'idea è quella di "aprire" a tutte le componenti malgrado i cannoneggiamenti di D'Alema e Bersani. "Sono sempre più convinto che dobbiamo lavorare insieme", ripete come un mantra Matteo Renzi. Come lui la pensa Roberto Speranza, che già mesi fa, in un convegno-operazione politica a Milano, insieme al ministro Martina, aveva chiuso sulla linea dura e aperto la linea del dialogo.  Tra chi chiede posti e candida "milanesi" c'è Gianni Cuperlo, che vorrebbe in segreteria l'ex segretario milanese Francesco Laforgia. Se però su Laforgia Speranza e Cuperlo si devono mettere d'accordo, pare certo l'ingresso in segreteria di Emanuele Fiano. Dovrebbe andare alle Riforme, e - segnale debole ma significativo - non è un caso che alla Festa dell'Unità di Milano sia stato chiamato a parlare proprio di Riforme con il sottosegretario Scalfarotto, la coordinatrice di Fi Gelmini e Gennaro Migliore. Pare meno probabile l'ingresso di Vinicio Peluffo, bravissimo onorevole con base nel rhodense, capace di gestire come pochi la partita televisiva (e tante altre sul territorio). Pure tra le donne c'è chi spera. Milanesissima (politicamente parlando) è Lia Quartapelle, vera "donna forte" del gruppo che oggi è al comando nella segreteria milanese. Per lei si potrebbero aprire le porte della delega al Lavoro.

Tags:
renzi






A2A
A2A
i blog di affari
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
allenare la mandibola: Benefici ed esercizi
Anna Capuano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.